Città Fiera, applausi per l’arrivederci: un ko giocando bene

B1 femminile: prestazione convincente contro l’Isuzu La società è soddisfatta: metà classifica obiettivo raggiunto

MARTIGNACCO. L’Itas Città Fiera ha salutato il proprio pubblico tra gli appalusi. Contro l’Isuzu, nella penultima giornata di B1 femminile, non è arrivata la vittoria, ma una prestazione all’altezza della situazione.

Giora e compagne hanno omaggiato dunque i propri tifosi, anche sabato scorso numerosissimi, con una prestazione convincente, mostrando ancora una volta di che pasta sono fatte.

La società aveva chiesto alla squadra di scendere in campo motivata e di provare a dare il meglio; le ragazze hanno risposto con decisione, tanto da lasciare senza fiato le più quotate avversarie nel primo set. Per il resto del match la squadra friulana ha comunque provato a mettere i bastoni tra le ruote alle veronesi, ma senza riuscire a ribaltare i pronostici finali. Zampieri, Brutti, Borin (tanto per citare le atlete più conosciute della squadra della provincia di Verona) hanno messo in campo maggior esperienza e maggior padronanza tecnica.

Soddisfatta la società, che nei due turni precedenti era rimasta delusa dal fatto che le ragazze avessero tirato i remi in barca troppo presto. Sabato si è invece rivista la vera Itas Città Fiera, una squadra che nella prima parte della stagione ha dato il tutto per tutto, e che nella seconda parte dell’anno ha invece pagato la stanchezza fisica, ma anche mentale.

«La società – ha commentato la Polisportiva Libertas Martignacco – è particolarmente soddisfatta per come è stata giocata l’ultima partita in casa Nonostante la sconfitta per 3 set a1, la squadra ha espresso un buon gioco. Il primo set si è svolto su un ritmo vertiginoso, tanto da mettere in seria difficoltà le avversarie, che non sono riuscite ad ambientarsi. In questa occasione, insomma, la società ha avuto la conferma che la squadra aveva tutti i numeri per piazzarsi a metà classifica».

Contro le venete coach Cuttini ha fatto scendere in campo Giora in cabina di regia, Bianchin opposto, Colonnello e Giommarini all’ala, De Stefano e Rucli centrali e Dian libero; sono state impiegate in varie occasioni anche Romano, Castellarin e Figini, mentre Caravello, ancora infortunata, è rimasta in panchina. Migliore realizzatrice della serata è stata Bianchin con 17 punti, seguita da Rucli con 15, da Giommarini con 13, da De Stefano con 7, da Giora con 6 e da Colonnello e Figini con 2 punti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi