Il Brian sceglie Birtig, Pittilino fa il prezioso e si guarda in giro

Adesso è ufficiale: Gianluca Birtig è il nuovo allenatore del Brian Precenicco, ambiziosa neopromossa di Eccellenza. “Il sindaco”, buoni trascorsi professionistici da giocatore e tecnico, torna così...

Adesso è ufficiale: Gianluca Birtig è il nuovo allenatore del Brian Precenicco, ambiziosa neopromossa di Eccellenza. “Il sindaco”, buoni trascorsi professionistici da giocatore e tecnico, torna così in pista nei campionati nostrani dopo le esperienze al Cjarlins/Muzane e Lumignacco alle quali è seguita nella stagione scorsa la parentesi alla guida degli allievi regionali dell’Ancona.
Alla panchina biancazzurra era stato accostato anche Fabio Pittilino, che ha però declinato l’offerta del diesse Fabio Berti: per lui si è fatto avanti il Cordenons. La sua attuale società (la Gemonese gli ha proposto la riconferma) non si opporrebbe soprattutto nell’ipotesi di ripescaggio in serie D.
Cominciano intanto a prendere forma anche i quadri tecnici nelle 10 squadre udinesi che giocheranno nel prossimo campionato di Promozione. La metà di esse ha già annunciato il cambio dell’allenatore, anche se al momento solo la Pro Cervignano ha già scelto Gianni Tortolo come sostituto di Roberto Colussi. Tortolo, arrivato ben oltre le mille panchine, ritorna così alla guida del team gialloblù dopo la produttiva parentesi della stagione 1992/93, quando vinse Prima categoria e coppa Regione.
Cambio anche a Camino, a Flaibano, Tolmezzo e Valnatisone. A Camino il più accreditato sostituto di Simone Temporini, accasatosi al Tricesimo, sembra essere Michele Pagnucco, deciso ad abbandonare l’attività agonistica dopo la rottura con la Pro Fagagna, mentre la Valnatisone ha sondato Roberto Pisu per rimpiazzare Roberto Peressoni. L’ex Azzurra Premariacco ha però declinato l’offerta, e così i valligiani hanno messo nel mirino Marco Billia, Stefano Beltrame e Paolo D’Odorico.
Quest’ultimo già contattato anche dal Tolmezzo, piazza nella quale andranno prima sistemate le questioni societarie come a Flaibano. Dove non è un mistero che patron Marino Picco, in attesa della soluzione dei problemi tra le correnti dirigenziali Fabbro-Tomini e Burelli-Ottoborgo, auspichi il ritorno in panchina di Max Rossi al posto del non confermato Pino Cortiula, ma per l’ex Sanvitese si è aperto uno spiraglio per l’approdo nel settore giovanile di un club professionistico fuori regione. Confermati: Marco Paviz al Gonars, Rino Busato all’Aurora Remanzacco e Mauro Lizzi alla Tarcentina. La Fulgor Godia continuerà a essere guidata da Tony Geissa, il Santamaria da Stefano Chiarandini con il vice Federico Carducci.
Claudio Rinaldi

Vellutata di asparagi al latte di cocco

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi