Federico Fina strabilia: a 14 anni primato italiano nel giavellotto

TOLMEZZO. È nata una nuova stella del giavellotto. A Tolmezzo, nel corso del trofeo giovanile Luigi Modena allestito dalla locale Libertas, l’ancora quattordicenne Federico Fina, ragazzone di talento...

TOLMEZZO. È nata una nuova stella del giavellotto. A Tolmezzo, nel corso del trofeo giovanile Luigi Modena allestito dalla locale Libertas, l’ancora quattordicenne Federico Fina, ragazzone di talento che veste la canotta della Nuova polisportiva Libertas Sacile, ha spedito il giavellotto di categoria a 66,56 metri. Una misura ragguardevole per un giovane della sua età che rappresenta il nuovo primato italiano di categoria cadetti, limite che già gli apparteneva dal 14 maggio scorso quando a Gemona del Friuli nella precedente prova dello storico trofeo aveva tirato una fiondata di 66,04 metri. Misura che cancellò il vecchio record regionale cadetti che l’udinese Cristian Nonino deteneva con 63,10 metri. Atleta polivalente (scaglia il peso sopra i 15 metri), di Fontanafredda, Michele che l’anno scorso si classificò secondo ai campionati italiani sembra l’erede del primatista nazionale assoluto della disciplina, il finanziere Carlo Sonego, che guarda caso è il suo allenatore e dice di lui un gran bene. Oltre al tiro di 66,56 metri Michele ha atterrato l’attrezzo alle notevoli distanze di 62,21 e 57,57 metri. Il record italiano di categoria (under 16) con il giavellotto da 600 grammi era imbattuto da quasi 18 anni.

Vincenzo Mazzei

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi