È Igor Tudor il nuovo allenatore dell’Udinese. Oddo esonerato: "Arrivato come ospite, parto come amico. Mandi!"

Saltato l’accordo con Guidolin, Reja e Delneri, l'ex tecnico del Galatasaray è l'uomo scelto dai Pozzo per cercare di salvare il salvabile e restare in serie A

UDINE. Quarant'anni, nessuna esperienza da allenatore in Italia, un passato al Galatasaray: è Igor Tudor, ex difensore di stazza della nazionale croata e della Juve, l'uomo scelto dai Pozzo per cercare di salvare il salvabile e restare in serie A.

Oddo esonerato. Massimo Oddo è stato esonerato dalla carica di allenatore dell'Udinese. Lo si apprende da fonti sportive secondo le quali il tecnico avrebbe appena firmato l'esonero e avrebbe già lasciato il ritiro della squadra.

Ho colto l’opportunità di allenare un club storico come l’Udinese con l' entusiasmo di un bambino. L’abnegazione, la professionalità e il cuore sono stati il propulsore per me è il mio staff durante il periodo positivo che abbiamo vissuto e ancora di più in quest’ultima fase negativa. Abbiamo cercato in tutti i modi di uscire dalle difficoltà. Certamente qualcosa non andato per il verso giusto, sicuramente avremmo commesso degli errori, ma sempre con un’attitudine propositiva. La spinta più grande ce l’avete data voi con il vostro supporto incondizionato, che non è mai mancato, nemmeno in questa ora più buia. Un popolo, quello friulano ed una tifoseria, quella dell'Udinese, che sin dal primo giorno mi hanno mostrato stima e grande affetto. Sono arrivato come ospite e me ne vado come amico. Grazie Udine. Io e il mio staff tecnico non dimenticheremo mai il Friuli. MANDI. #udinese #udine #friuli

Un post condiviso da Massimo Oddo (@maxoddo76) in data:

In un lungo post su Instagram, Oddo ha salutato i tifosi bianconeri. "Ho colto l’opportunità di allenare un club storico come l’Udinese con l' entusiasmo di un bambino. L’abnegazione, la professionalità e il cuore sono stati il propulsore per me è il mio staff durante il periodo positivo che abbiamo vissuto e ancora di più in quest’ultima fase negativa. Abbiamo cercato in tutti i modi di uscire dalle difficoltà. Certamente qualcosa non andato per il verso giusto, sicuramente avremmo commesso degli errori, ma sempre con un’attitudine propositiva. La spinta più grande ce l’avete data voi con il vostro supporto incondizionato, che non è mai mancato, nemmeno in questa ora più buia. Un popolo, quello friulano ed una tifoseria, quella dell'Udinese, che sin dal primo giorno mi hanno mostrato stima e grande affetto. Sono arrivato come ospite e me ne vado come amico. Grazie Udine. Io e il mio staff tecnico non dimenticheremo mai il Friuli. MANDI".

I gran rifiuti. Una missione impossibile, a quanto pare, dai rifiuti in serie di allenatori navigati come Guidolin, Reja e pure Delneri che, dopo un lungo colloquio in sede, ha detto no.

Prima il no di Francesco Guidolin, poi le voci insistenti su un ritorno di Gigi Delneri su quella panchina dell'Udinese dalla quale fu cacciato a fine novembre. Poi un altro rumors che arriva dalla sede dell'Udinese, dove da giorni non vi sono certezze e un gran senso di impotenza.

PER APPROFONDIRE: Quando Oddo disse: "Ringrazio Delneri per quanto fatto. So cosa vuol dire, sono stato esonerato anche io con il Pescara"

In mattinata era arrivata la notizia del gran rifiuto di un altro protagonista, Edy Reja, contattato più volte negli scorsi giorni: "Mi hanno contattato per risollevare l'Udinese, la squadra della mia terra. Io ringrazio la società, ma credo sia il momento di lasciare spazio ai giovani"

Poi sembrava fatta con Delneri, il mister esonerato a in autunno e sostituito da Massimo Oddo. Ma anche il tecnico di Aquileia ha declinato l'offerta della società bianconera.

Morale: l'Udinese, a cominciare da domenica a Benevento, deve difendere quattro punti di vantaggio sulla Spal, attualmente terz'ultima.

Udinese - "Non vincete, allora non uscite": i tifosi bloccano i cancelli dello stadio Friuli



La scelta della società di esonerare Massimo Oddo si era resa necessaria dopo l'undicesima sconfitta consecutiva dei bianconeri contro il Crotone domenica scorsa, 22 aprile.

In quell'occasione anche i tifosi hanno manifestato la loro rabbia e la loro delusione per i mancati risultati della squadra. Un gruppo di supporters, infatti, ha bloccato le porte dello stadio ritardando l'uscita dei giocatori dal Friuli.

Adesso tocca a Tudor cercare di fare ordine e traghettare la squadra in acque più tranquille.
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Tumori. Le nuove frontiere della biopsia liquida: a caccia di esosomi per identificare metastasi

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi