Contenuto riservato agli abbonati

Il Tavagnacco non si vuole arrendere: «Ricorso al Tar per restare in serie A»

Dopo il no del Coni le friulane non si arrendono alla B: «Meritiamo rispetto, questa è una vera discriminazione»

Arriverà domani, venerdì 31, la decisione del Tar che influirà non poco sul futuro del Tavagnacco, che saprà quindi se dovrà giocare in serie B come da decisione federale, o potrà ritornare subito in A senza passare da un brutto e complicato purgatorio. La società del presidente Roberto Moroso, infatti, non si è arresa al responso negativo del primo ricorso inoltrato al Collegio di garanzia del Coni e una settimana fa ne ha depositato un altro al Tribunale amministrativo regionale, giocando le proprie carte su quel professionismo che il calcio femminile sente di aver diritto di avere.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Maltempo in Grecia, un pullman viene "inghiottito" da una voragine

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi