Mara non si ferma di fronte al Covid: «Il mio obiettivo resta Tokyo 2021»

Scherma La spadista di Carlino si racconta Tra tamponi, ritiri saltati e il sogno olimpico 

l’intervista



Nonostante il periodo di incertezza, Mara Navarria marcia dritta verso le Olimpiadi di Tokyo 2021. «La rassegna a cinque cerchi è il mio obiettivo e ci sto lavorando con fiducia», ha spiegato venerdì, a margine della presentazione virtuale del manifesto di LeggiAMO 0-18, progetto regionale di promozione della lettura della Regione Fvg, di cui è ambasciatrice. «Sono quinta nel ranking internazionale, sono ottimista per il futuro».

Mentre le Olimpiadi in Giappone sembrano sempre più in bilico e aumentano i casi di positività al Covid-19 anche nel mondo dello sport, la spadista friulana, campionessa mondiale individuale 2018, ribadisce la propria fiducia. «Mesi fa mi preoccupavo, molto, di quello che sarebbe successo – ammette -. Ora ho imparato a vivere la quotidianità e ad apprezzare anche le piccole cose. L’importante è avere obiettivi chiari e le Olimpiadi sono il mio».

È di pochi giorni fa la notizia della positività della sciabolatrice azzurra Arianna Errigo. La scorsa settimana anche Mara avrebbe dovuto partecipare al ritiro con le compagne di spada, ma è stata frenata dall’influenza. «Avevo fatto il tampone e il test sierologico prima del ritiro – spiega -, ma ho dovuto saltare il collegiale perché non stavo bene. Ho fatto una cura antibiotica, ora sto meglio. Il virus è una cosa con cui dobbiamo convivere, con senso di responsabilità e di adattamento».

Mara, che a primavera ha trascorso il lockdown nella sua Carlino, è un esempio quotidiano di responsabilità. «Ognuno deve fare la sua parte – avverte -. Indosso sempre la mascherina, mi lavo le mani e adotto ogni precauzione. In palestra e in piscina disinfetto tutto. Ho ridotto molto il contatto con gli amici: anche se mi spiace moltissimo, lo trovo necessario».

Atleta dell’Esercito, Mara si allena da poco all’Asu Udine. Il suo maestro Roberto Cirillo si è trasferito a Udine da Rapallo e la segue da lunedì a giovedì in palestra. La friulana si allena anche in apnea, a Lignano, con Alessandro Vergendo e Rosarita Gagliardi (mental e breath coach) e svolge la preparazione fisica con il marito Andrea. La prossima gara sarà a fine gennaio 2021, a Doha, prima tappa di Coppa del Mondo. Gare e trasferte sono anche occasione per leggere molto. «La lettura ha la capacità di calmare le forti emozioni, inevitabili quando si sale in pedana». —



Arrosto di maiale con funghi e castagne

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi