Il Pordenone col Monza per rompere il ghiaccio e cominciare a vincere

I neroverdi a Lignano si giocano il passaggio al quarto turno. Tesser: «Test per capire quanto è competitiva la mia rosa»

PORDENONE. Qual è il vero Pordenone? Quello del primo tempo con la Reggina, sottotono e distratto, o quello della ripresa della stessa gara, energico e tosto? Per una squadra rinnovata e alla ricerca della propria identità, un test come quello di oggi può essere molto importante: nel terzo turno di coppa Italia i ramarri puntano e devono fare ulteriori passi in avanti visto che affrontano un Monza ultra-decimato tra positività al Coronavirus e scelte tecniche.

Mister Tesser rivoluzionerà anche lui la squadra: previsti undici titolari diversi rispetto a sabato scorso, con Diaw neppure convocato. Si gioca alle 18 a Lignano e a porte chiuse.


La gara

Supplementari ed eventualmente rigori qualora il punteggio fosse in parità: questo prevede il regolamento della competizione, che vedrà la vincente dell’incontro odierno affrontare il 25 novembre in trasferta una tra Crotone e Spal (in campo domani alle 17).

Il Pordenone vuole guadagnarsi il quarto turno, non tanto perché l’obiettivo è vincere la coppa. Superare oggi il Monza vorrebbe dire essersi sbloccati dopo un avvio di campionato faticoso. «Vogliamo onorare al meglio la competizione – ha detto Tesser –. Sappiamo che il nostro avversario è di livello, al di là di chi schiererà in campo: per me dunque la partita di Lignano mi dirà quanto sono competitivi i miei giocatori.

Ci sarà una ampissima rotazione rispetto alla gara con la Reggina, in modo tale da alzare ulteriormente il minutaggio a chi sinora ha giocato meno». All’orizzonte – sabato alle 16 – c’è l’Ascoli.

Scelte

In porta, dopo le tre partite di campionato disputate da Perisan, torna Bindi, che aveva iniziato la stagione da titolare. Sugli esterni spazio a Berra e al polacco Chrzanowski mentre al centro sarà la volta di Camporese e di capitan Stefani, quest’ultimo di nuovo in campo dopo la gara con il Casarano esattamente come i due terzini. In mezzo primo gettone dall’inizio per Pasa, affiancato da Misuraca e Rossetti.

Sulla trequarti agirà Mallamo, rientrato con la Reggina dopo l’infortunio, davanti sarà la volta dell’inedita coppia formata da Musiolik e Butic. Assenti Bassoli (squalificato) e Gavazzi (ancora ai box).

É un gruppo che ha tutte le carte in regola per superare un Monza che si presenta con quattro calciatori della Primavera all’esordio tra i “big”, neppure un attaccante della rosa e con le prime voci che vedono Brocchi già pericolante: il quarto turno non è un’utopia per i ramarri. —




 

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi