Nuytinck nel post partita con il Parma: «Il punto va bene, regalare ancora una volta il primo tempo invece no»

Il difensore olandese punta l’indice sul pessimo approccio alla gara che fa il seguito con quello della domenica precedente con la Roma» 

«È un po’ strano, e non può succedere di partire così male per due volte consecutive in una settimana. È stupido». D'accordo, l’italiano non lo mastica ancora bene e l’uso basico dei termini gli va concesso, ma in questa occasione Bram Nuytinck ha espresso il suo pensiero in forma così netta da non rischiare proprio alcun fraintendimento, anzi. Senza giri di parole il gigante di Malden ha puntato il dito e ha indicato l’errore capitale, quello reiterato a distanza di sette giorni dal ko di Roma, dando così voce a chissà quanti tifosi bianconeri che avranno pensato la stessa cosa assistendo al primo tempo del Tardini, dove l’Udinese si è messa ancora da sola nei guai, sbagliando l'approccio.

«Nel primo tempo abbiamo fatto malissimo, ma per fortuna abbiamo preso il pareggio», ha poi detto Nuytinck, a cui va attribuito il merito del punto colto proprio grazie al suo colpo di testa, in piena area di rigore, sul lungo e pennellato cross di Ouwejian. Tutto bello, e pure provato in allenamento, come rivelato dal difensore. «So che Thomas ha un bel cross e qualche volta in allenamento gli chiedo di tirare forte perché so dove mette questa palla. C’è stata anche un po’ di fortuna, ma bene così. Sono felice per questo gol (il secondo nelle 95 partite disputate da Nuytinck con la maglia dell’Udinese ndr), ma sono ancora più felice per il punto, perché normalmente non voglio fare gol ma avere lo zero alla voce gol subiti».


L’asse olandese ha quindi confezionato la rete del pareggio e fa specie notare come Thomas Ouwejian conti due assist nei 350 minuti fin qui giocati, avendo messo a segno il primo proprio nella gara di andata col Parma, quando pennellò il cross per il pareggio momentaneo di Samir, assente. «Mi sono molto allenato con punizioni e angoli e sono molto felice per l’assist – ha detto l’ex Az –.Siamo molto felici col punto, era una partita difficile e nella ripresa è andata molto meglio che nel primo tempo».

Adesso per lui potrebbe arrivare una conferma domenica prossima, vista la squalifica di Zeegelaar. «Spero di giocare di più, lavoro molto, ma è difficile qui in Italia perché sono tutti giocatori forti. Io faccio del mio meglio». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Vellutata di asparagi al latte di cocco

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi