Parma-Udinese, le pagelle del Messaggero Veneto: la svolta con Okaka e Molina. De Paul, che ripresa straripante

Per come si era messa è un punto che vale come una vittoria. Dopo il pranzo indigesto all’Olimpico (contro la Roma sette giorni fa) stavolta l’Udinese si alza da tavola soddisfatta al termine del lunch-match della 23ª giornata, tornando da Parma con un pareggio in rimonta (2-2) che consente ai friulani di centrare l’obiettivo di giornata: incrementare il vantaggio sulla zona-retrocessione, ora di 10 lunghezze. Merito, come successo nella capitale, del cambio di marcia nella ripresa, stavolta grazie anche ai coraggiosi cambi di mister Luca Gotti.
 
Un pareggio che vale anche per la cabala, visto che l’Udinese si presentava in terra emiliana come la squadra più battuta di sempre in serie A allo stadio Tardini (Qui la cronaca della partita)


✅ IL MIGLIORE DE PAUL - 7.5 
Nel primo tempo predica nel deserto. Nella ripresa, con la squadra che lo asseconda un po’, diventa assolutamente irresistibile. Sua la pennellata per la capocciata vincente di Okaka, sue tante altre iniziative, specialmente in tandem con Molina, che mettono in crisi la difesa del Parma. Costringe al fallo da ammonizione due avversari: Brugman, Cornelius, Hernani e Man. E all’appello manca Kucka che gli tira una gomitata. Difficile chiedergli di più.

6.5 MUSSO
Tiene l’Udinese in partita neutralizzando prima Cornelius e poi Mihaila.

5 BECAO
Non c’è Gervinho, ma Mihaila non manda comunque in tilt non solo sul rigore.

7 NUYTINCK
L’unico a non fare danni dietro. E poi ha il merito di segnare il pesantissimo gol del pareggio.

5 BONIFAZI
Si fa trovare impreparato alla chiama in extremis. Non contrasta Cornelius e perde la palla che innesca l’azione del 2-0.

6 STRYGER LARSEN
Primo tempo in difficoltà su Pezzella e Mihaila. Meglio la ripresa da centrale.

5.5 ARSLAN
Primo tempo da censura, meglio nella ripresa, ma può e deve fare molto di più. 

5 WALACE
Da mezzala è proprio un pesce fuor d’acqua. Monomarcia, rischia di provocare un rigore su Karamoh.

5 ZEEGELAAR
Non aiuta Bonifazi su Cornelius, calcia alle stelle da buona posizione il pallone del possibile 1-1. Impreciso al cross.

6 PEREYRA
Aveva nelle gambe un paio di allenamenti e si è visto. Mette cuore e coraggio. 
 
5 LLORENTE
Soffre di solutudine. Può fare poco.

7 MOLINA
Una spina nel fianco. Spinge come un forsennato, buon recupero difensivo. Reclama più spazio.
 
5.5 NESTOROVSKI
Ha sulla testa la palla del 2-3: la sbaglia. Non riesce proprio a pungere. 
 
6.5 OUWEJA
Gli annullano un gol, batte la punizione del pareggio e reclama un rigore. Altro ingresso positivo.
 
6.5 OKAKA
Il suo gol ha il potere di innescare la riscossa bianconera. Si fa sentire. 

X MAKENGO
Gioca gli ultimi minuti

Lattuga al forno con alici e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi