Il Pordenone esonera Tesser, panchina affidata a Domizzi

Attilio Tesser (a sinistra) e Maurizio Domizzi

Il presidente Mauro Lovisa: «Una sconfitta per tutti, ma era necessario dare una scossa forte. D’ora in poi nessun alibi»

PORDENONE. L’esonero è avvenuto nella notte, dopo la tremenda sconfitta (4-1) rimediata al Rigamonti di Brescia: il Pordenone calcio ha sollevato dall’incarico Attilio Tesser. Una notizia spiazzante per moltissimi tifosi e addetti ai lavori, che hanno sempre considerato il tecnico di Montebelluna il punto fermo del Pordenone calcio targato serie B.

La decisione è stata ufficializzata in mattinata con un comunicato stampa: il Pordenone calcio comunica di aver sollevato Attilio Tesser dall’incarico di allenatore della prima squadra.

«La Società si deve prendere sempre le sue responsabilità – ha dichiarato il presidente Mauro Lovisa -: nei momenti positivi come in quelli negativi. Dover cambiare allenatore è una sconfitta per tutti, in primis per la società e chiaramente per me, ma siamo arrivati a questa scelta, certamente non facile, per dare una scossa forte dopo un periodo troppo lungo senza risultati.

Ringraziamo e ringrazieremo sempre Attilio per lo spessore umano e la professionalità dimostrata in ogni occasione. Insieme abbiamo fatto un percorso bellissimo, conquistato la storica promozione in serie B e Tesser è stato importante nella nostra crescita. Da oggi guardiamo avanti: non esistono scusanti o alibi per nessuno».

Con mister Tesser se ne vanno anche l’allenatore in seconda Mark Strukelj e il preparatore dei portieri Leonardo Cortiula, a cui vanno i ringraziamenti della Società per la collaborazione di queste tre stagioni.

Confermate, dunque, le indiscrezioni che il Messaggero Veneto era riuscito ad avere nell’immediato post-partita di venerdì. Anche se la squadra dovrà tornare in campo già a Pasquetta (alle 12.30 al Teghil di Lignano contro l’Entella, gara a questo punto cruciale in chiave salvezza), il club ha optato per la scelta drastica. Panchina affidata a Maurizio Domizzi, anche lui ex Udinese, allenatore della Primavera neroverde.


 

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi