Ciurria riporta il Pordenone alla vittoria: buona la prima per mister Domizzi

LIGNANO. Buona la prima per Maurizio Domizzi, che due giorni dopo avere preso il posto di Attilio Tesser sulla panchina del Pordenone, debutta con una fondamentale vittoria a Lignano a spese dell’Entella.

Liguri fanalino di coda della classifica di serie B, vero, ma non era facile risollevare subito il morale di una formazione che pareva spenta.

Prestazione gagliarda dei neroverdi, da subito determinati e “cattivi”, bravi a chiudere il conto già nella prima mezz’ora del match, grazie a due grandi giocate di Ciurria, autore di un gol e dell’assist per Musiolik.

Tre punti d’oro in chiave salvezza, che arrivano due mesi dopo l’ultima vittoria e otto gare che avevano fruttato appena due punti.

Saggiamente Domizzi non stravolge l’impianto tattico, cambiando quattro pedine – anche grazie ad alcuni rientri importanti – rispetto all’undici sconfitto tre giorni prima a Brescia: in porta si rivede Perisan, in difesa Bassoli centrale e Falasco a sinistra, Calò a dirigere le operazioni a centrocampo, con Zammarini a tra le linee e la coppia offensiva Ciurria-Musiolik.

Padroni di casa subito grintosi, e anche se un brivido corre lungo la loro schiena al primo minuto (punizione dalla trequarti di Costa che semina un po’ di scompiglio in area), al 4’ sono già in vantaggio, grazie alla loro “stella” Ciurria, che s’impossessa di un rimpallo ai sedici metri avversari, accelera lasciando sul posto Pellizzer e con una rasoiata mancina batte Borra sul palo più lontano.

Gran gol e abbraccio dell’intera squadra per il “fante”, che firma il suo 6° centro in campionato e mette subito l’incontro sui binari giusti.

Pordenone corto in campo, attento, con la linea di difesa molto alta: la squadra sembra “tarantolata”, gioca a un ritmo doppio rispetto agli avversari, costringendoli a errori continui.

E poco dopo la mezz’ora arriva il meritato raddoppio, frutto di un’azione dirompente di Misuraca, che si destreggia sulla sinistra e si libera di Cleur e Mazzocco passando tra i due, scarica su Ciurria, cross morbido di quest’ultimo e Musiolik, appostato sul secondo palo, schiaccia di testa in rete.

Anche per lui è il sesto centro, secondo consecutivo dopo quello inutile al Brescia. In un tempo il Pordenone segna tanti gol quanti ne aveva realizzati nelle precedenti otto gare.

I ramarri rientrano con la stessa verve dopo l’intervallo, pur avendo speso molto. L’Entella prova a giocarsi tutto per rientrare in partita, faticando però a trovare spazi.

Ne trova uno molto invitante in contropiede Brunori, che fugge in solitudine ma Bassoli lo insegue e in extremis riesce a deviare in corner la sua conclusione. Le velleità dei liguri si spengono però pochi minuti dopo, quando De Luca – entrato a inizio ripresa al posto di Morosini – per un brutto fallo su Berra rimedia il secondo giallo e lascia la sua squadra in dieci.

Un paio di indecisioni di Bassoli (poi sostituito da Stefani) consentono all’Entella di avere un paio di situazioni favorevoli per provare a riaprire la gara, ma è invece ancora Ciurria a trovare un gran gol, annullato per fuorigioco.

Partecipa alla festa anche il croato Butic, da poco subentrato al polacco Musiolik, che sfrutta una bella azione di rimessa in pieno recupero e, a tu per tu con Borra, lo fredda con un preciso rasoterra.

PORDENONE-ENTELLA 3-0

PORDENONE (4-3-1-2): Perisan; Berra, Barison, Bassoli (34′ st Stefani), Falasco; Magnino, Calò (26′ st Pasa), Misuraca (38′ st Scavone); Zammarini (26′ st Biondi); Ciurria, Musiolik (38′ st Butić). A disp.: Bindi, Del Savio, Banse, Scavone, Mallamo, Turchetto, Samotti, Rossetti. All. Domizzi.

VIRTUS ENTELLA (4-3-2-1): Borra; Cleur (1′ st De Col), Pellizzer, Chiosa, Costa; Mazzocco, Brescianini (45′ st Marcucci), Morosini (1′ st De Luca); Dragomir, Schenetti (29′ st Mancosu); Brunori (29′ st Rodriguez). A disp.: Albertazzi, Poli, Coppolaro, Settembrini, Andreis, Meazzi, Pavic. All. Vivarini.

Arbitro: Meraviglia di Pistoia. Assistenti: Lo Cicero di Brescia e Lombardo di Cinisello Balsamo. Quarto ufficiale: Illuzzi di Molfetta.

Marcatori: al 4′ Ciurria, al 31′ Musiolik; nella ripresa, al 48′ Butić.

Note: al 16′ st espulso De Luca per doppia ammonizione. Ammoniti Berra, Costa, Bassoli. Angoli 3-8. Recupero: pt 0′; st 4′.


 

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi