Manzanese attesa a Feltre Mercoledì Cjarlins-Chions

Gli orange, secondi, giocheranno in terra bellunese nel turno infrasettimanale Celestearancio e pordenonesi si sfideranno in un derby decisivo per entrambi

UDINE

Otto giornate per decidere il proprio futuro. Una missione che accomuna tutte e tre le rappresentanti regionali nel girone C di serie D, anche se con obiettivi diamentalmente opposti: se la Manzanese seconda in classifica e il Cjarlins Muzane reduce da nove risultati utili consecutivi sono in piena corsa per i play-off, infatti, il Chions fanalino di coda (che ne deve però giocare nove, complici il recupero con il Cartigliano) cerca l’impresa per svestire la maglia nera e acciuffare la lotteria dei play-out.


Metabolizzata la batosta rimediata nel derby con il Cjarlins Muzane dello scorso 25 aprile (4-1 per la squadra di Princivalli), la Manzanese è chiamata a rialzarsi subito nella sfida in casa di una pericolante Union Feltre (peultima), nel turno infrasettimanale di mercoledì. Un crocevia fondamentale per conservare il secondo posto insidiato dall’Union Clodiense Chioggia Sottomarina (a meno 3 dagli orange, ma con una partita in meno) e presentarsi nel migliore dei modi alla sfida successiva, quella che vedrà di scena a Manzano la capolista Trento che la precede di 9 lunghezze. Prima, però, c’è la trasferta in terra bellunese, dove il tecnico Roberto Vecchiato non potrà disporre in difesa dello squalificato Bevilacqua: al suo posto dovrebbe essere schierato il rientrante Calcagnotto. A centrocampo possibile l’impiego di Nastri, in attacco fiducia a Moras dietro al tandem Gnago-Fyda.

Un mercoledì che sarà vestito da derby, invece, per il Cjarlins Muzane, che allo stadio Della Ricca riceverà la visita del Chions cenerentola del campionato. Un regalo, tuttavia, i celestearancio confidano di riceverlo già oggi, visto che nell’anticipo della 31ª giornata la capolista Trento ospiterà il Caldiero Terme che occupa il quinto posto in classifica, l’ultimo che garantisce l’accesso ai play-off. Torneranno a disposizione di mister Nicola Princivalli Tobanelli e Pignat.

Vietato sbagliare anche per il Chions, che ora conosce anche la data del recupero in casa del Cartigliano: si giocherà mercoledì 12 maggio. Tre gare in sette giorni, insomma, per i “canarini” di mister Fabio Rossitto, che dopo il derby ospiteranno (il 9 maggio) l’Arzignano. Un trittico che, in una maniera o nell’altra, svelerà il destino del Chions: retrocessione diretta in Eccellenza o play-out (ora distanti 11 punti). Numeri alla mano serve un miracolo, ma i pordenonesi possono ancora sperare in un cambio in corsa del regolamento che, riducendo il numero delle retrocessioni (con conseguente retrocessione diretta solo per l’ultima classificata) potrebbero ritrovarsi con l’obiettivo degli spareggi salvezza distante solo sei punti —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi