Old Wild West, un apericena con Scafati

Udine dopo il ko di Napoli vuole riprendere la strada con la vittoria. Giuri avverte: «Sarà dura, i campani sono forti davvero»

udine

Un’altra tappa per tentare di scalare la classifica. L’Apu Old Wild West ospita oggi alle 18 al palasport Carnera la Givova Scafati, e ha la ghiotta occasione di balzare al quarto posto, che nei play-off vale il fattore campo a favore nei primi due turni.




La sfida con i campani riporta subito alla mente alla meravigliosa prestazione dei bianconeri nella semifinale di Coppa Italia, esattamente un mese a Cervia. Finì 72-51 per Udine, che disputò una gara perfetta soprattutto sul piano difensivo, se si pensa che Scafati ha chiuso il girone Rosso con il miglior attacco con oltre 80 punti di media a partita. Le premesse per ripetersi ci sono tutte, nell’ultimo mese la squadra di Boniciolli è stata costante nel mantenere gli avversari a quota 70 o sotto grazie a un’intensità già da play-off.



Alla vigilia del match ha parlato il play bianconero Marco Giuri: «Ci attende l’ennesima partita difficile di questa fase a orologio. Scafati rappresenta una delle squadre più forti del girone Rosso, noi però vogliamo riscattarci dalla sconfitta di Napoli, dove comunque abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti. Il precedente di Coppa? Lascia il tempo che trova, quella era una gara secca, questa fa parte di un mini-girone. Noi siamo concentrati, vogliamo disputare una grande partita».

L’assistant coach Carlo Finetti illustra i temi tattici della gara. «Compattezza e coesione sono sicuramente le due parole d’ordine per affrontare la partita con Scafati, anche alla luce della sconfitta in trasferta sul campo della GeVi Napoli nel turno infrasettimanale. Sarà fondamentale per tutto il corso della partita, e da qui alla fine della stagione probabilmente diventerà la chiave di lettura più importante, cercare di ridurre i cali di concentrazione nei momenti migliori degli avversari e cercare di limitare il più possibile i nostri errori per ridurre i parziali della squadra che affrontiamo».



In casa Givova il capitano Tommaso Marino, infortunatosi al piede proprio nel match di Coppa con l’Apu, è fuori dai giochi e siederà in panchina per onor di firma. Probabile rientro per Luigi Sergio, che si è messo alle spalle lo stop forzato a causa della positività al Covid-19. L’uomo da temere, manco a dirlo, è Charles Thomas, che catalizza buona parte del gioco offensivo dei campani. Coach Alessandro Finelli fotografa così il match: «Ogni partita di questa fase è di altissimo livello, perché affrontiamo le prime della classe e tra queste c’è anche Udine, formazione dotata di un roster profondo, fatto di dieci giocatori intercambiabili, e che ci ha battuto in semifinale di Coppa Italia. Ha, tra l’altro, recuperato anche Amato, per cui i giocatori a disposizione di coach Boniciolli sono addirittura undici».



Apu Old Wild West-Givova Scafati verrà trasmessa in diretta alle 18 su Udinese Tv. In alternativa c’è la diretta streaming sul sito della Lega per gli abbonati a Lnp Pass. Aggiornamenti a ogni quarto sui social network ufficiali Apu Udine. —



Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi