Non solo gli occhi dell’Udinese su Tokoz avversario degli azzurri: stavolta si può prendere a zero

UDINE

Occhio al debutto dell’Italia all’Europeo, perché uno dei possibili rinforzi per la mediana dell’Udinese potrebbe arrivare proprio da quella nazionale turca che Dorukhan Tokoz si è guadagnato dal 2019, e che domani sera sarà la prima avversaria degli azzurri a Roma. Il nome dell’ormai ex centrocampista del Besiktas non è certo una novità per i tifosi della Zebretta che da un paio d’anni si vedono accostare Tokoz all’Udinese, solo che adesso più di qualcosa è cambiato, a cominciare dal mancato rinnovo di contratto del centrocampista col Besiktas, che al 30 giugno lo perderà a zero.


Il “particolare” del contratto in scadenza fa tutta la differenza del mondo per l’Udinese, visto che un paio di estati fa Gino Pozzo aveva offerto 7 milioni, entrando addirittura in concorrenza col Liverpool, che poi guardò altrove e lasciò perdere, così come fece l’Udinese. A posteriori fu un affare non prenderlo, perché Tokoz quella stagione 2019-’20 la saltò quasi completamente per via di una condropatia rotulea con 227 giorni di stop. Tuttavia, la scorsa estate i bianconeri fecero un nuovo tentativo, sentendosi chiedere 10 milioni di euro per il cartellino. Troppi.

Ora invece Tokoz sarà libero di scegliere e di approdare in un club che non dovrà sborsare un euro per il suo cartellino, ma molti di più per il suo ingaggio. E qui si apre un altro capitolo, perché oltre all’Udinese, che pare abbia già offerto un contratto triennale da 1.5 milioni annui, la mezzala piace anche alla Lazio e pure in Spagna a Celta Vigo e Betis Siviglia. La concorrenza dunque non manca e Tokoz potrebbe ritrovarsi a sfogliare la margherita mentre l’Udinese si troverebbe a fronteggiare una concorrenza con un monte stipendi più alto di quello bianconero. Tuttavia, Gino Pozzo potrebbe giocarsi due carte; la prima è legata al dialogo con l'entourage del giocatore, evidentemente già avviato da tempo e la seconda, invece, porta alla presenza di quel Tolgay Arslan che a Udine ha sorpreso in positivo e che potrebbe fare da apripista al connazionale.

La prospettiva di avere due turchi in mediana non è campata in aria, specie se il centrocampo perderà Rodrigo De Paul, a fronte di 40 milioni di euro che potrebbero arrivare dall’Atletico di Madrid. Per questi motivi domani sera sarà bene farsi un’idea sul valore di Tokoz, ammesso che trovi posto nel 4-1-4-1 della Turchia di Senol Gunes. —



Video del giorno

Gli Usa si preparano a una guerra: gigante esplosione in mare per testare la resistenza delle portaerei

Estratto di mela, sedano, cetriolo e lime

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi