Silvestri erede di Musso: ha firmato fino al 2024. Rocha o Calegari a destra

UDINE. Marco Silvestri è il nuovo portiere dell’Udinese. Dopo le visite mediche sostenute lunedì pomeriggio a Roma a Villa Stuard, l’ex numero uno del Verona è arrivato in Friuli e martedì 20 luglio ha messo la firma sul contratto che lo legherà al club bianconero fino al 2024. Silvestri, che a Verona guadagnava 500 mila euro, si sarebbe visto ritoccare verso l’alto l’ingaggio da parte del club bianconero.

Per l’Udinese si tratta di un vero e proprio affare sia economico che tecnico. Sostituisce Musso con un portiere affidabile pagandolo 2,2 milioni più 500 mila euro di bonus. Non male considerando che Silvestri non più tardo di un anno fa veniva valutato 7 milioni. Emiliano, classe ’91, il nuovo portiere bianconero è cresciuto nel settore giovanile del Modena. Nella sua carriera ha indossato le maglie di Chievo, Reggiana, Padova, Cagliari. Per lui anche un’esperienza in Championship al Leeds dove nella stagione 2014-2015 si mette in evidenza parando quattro rigori. Nell’estate del 2017 torna in Italia al Verona dove è stato protagonista sia della promozione che delle ultime due ottime stagioni dell’Hellas di Juric.


Dopo Padelli, quindi, ecco Silvestri: i due vanno a formare una coppia di portieri competitiva e affidabile. A questo punto, come era abbastanza prevedibile, è in uscita Simone Scuffet sul quale resta calda la pista Ternana.

Sono tanti i nomi dei difensori che o sono stati offerti o vengono seguiti dall’Udinese. Uno dei primo era stato quello del polacco Kamil Glik, 33 anni di proprietà del Benevento. L’affare è in una fase di stallo un po’ perché l’Udinese prima di acquistarlo deve piazzare De Maio un po’ perché sono altri i profili che intrigano maggiormente la dirigenza friulana. Su tutti spicca il croato Bosko Sutalo, classe 2000, di proprietà dell’Atalanta che nella scorsa stagione è stato impiegato in sette occasioni da Gasperini di cui tre dall’inizio. Sembra il profilo ideale, ma non sarà facile convincere l’Atalanta a cederlo. Da registrare, come avevamo già rimarcato ieri, che all’Udinese è stato offerto anche Francesco Vicari, classe ’94 il cui cartellino costa circa 3 milioni. Si tratta del classico difensore adatto per la difesa a tre.

Intanto l’Udinese continua a sondare il mercato degli esterni. In Brasile si parla di un interessamento del club friulano per Marcos Rocha, in forza al Palmeiras, ma l’età 32 anni stona con quella che è la filosofia dell’Udinese. Il costo del suo cartellino si aggira sul milione. Costerebbe cinque volte tanto, invece, Lucas Calegari, che infatti di anni ne ha solamente 19. —
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Halloween a tavola: afrodisiaca e antispreco, cosa c'è da sapere sulla zucca

Grano saraceno al limone e rosmarino con rana pescatrice croccante su crema di sedano rapa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi