Carlino, festa a sorpresa per la medaglia di bronzo Mara Navarria: «Siete fantastici»

CARLINO. Lo stadio “Eros Della Ricca” di Carlino, si illumina di bronzo e la luce che emana si riflette sul viso di Mara Navarria, mentre fa il suo ingresso sulle note di “We Are The Champions” dei Queen. Un lungo applauso la accoglie, e lei, sorpresa, non nasconde l’emozione. Tutti la guardano con occhi adoranti e si intuisce l’orgoglio dietro le mascherine: si perché tutta Carlino e il Friuli erano in pedana con Mara quella mattina a Tokyo, a sostenerla a incoraggiarla. Hanno trepidato, combattuto, sudato e gioito insieme a lei e ora vogliono godersi questa medaglia, che li illumina nella notte carlinese.

Lei, Mara Navarria, neomedaglia di bronzo nella spada a squadre alle Olimpiadi 2020 di Tokyo, diventata ormai una eroina, non dimentica in questo momento di festa Michela Battiston, che nella notte sarà in pedana per la gara di sciabola a squadre, e dice «stanotte sarò con la gente di Malisana a tifare per lei. Le auguro possa vincere, ma la scherma sta crescendo in ogni dove – dice – e di conseguenza cresce la competitività degli atleti, per cui nessuna gara è facile». Non dimentica in questo momento di gioia i suoi allenatori da Dario Codarin che non c’è più, a Oleg mancato qualche tempo fa, all'attuale coach Roberto Cirillo, ricordando i loro insegnamenti risultati determinanti per raggiungere la vittoria. Rimarca come questa sia stata una Olimpiade strana, vissuta “in solitudine”, mangiando con i guanti sul plexiglass, ma questo non è stato un deterrente, ma una motivazione. E poi il sindaco di Carlino, Loris Bazzo, a ricordare la performance di Mara, mentre le immagini della sua gara scorrevano sul display. «La finale per il bronzo è stata combattuta fino all’ultima stoccata: Mara ha messo a segno 12 punti su 23, è stata la migliore, ha trascinato la squadra alla vittoria», ha detto. Ribadendo subito che «ciò che rimane della campionessa di spada, della sua lunga carriera, dei suoi successi mondiali e olimpici è che Mara è una campionessa nella vita che ha sempre mantenuto alti i valori della famiglia e dell’onestà, del legame indissolubile con la propria terra e questo è il volto migliore di lei». —



 

Video del giorno

Faccia a faccia tra il direttore Massimo Giannini e Carlo Petrini sul futuro del cibo e la sostenibilità

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi