Contenuto riservato agli abbonati

Pordenone battuto due volte: prima dal Cittadella, poi dal Var

Neroverdi ancora a secco di punti e di gol, ma all’appello mancano un rosso a Cassandro e un calcio di rigore su Pellegrini

CITTADELLA. Comincia a farsi davvero pesante la situazione del Pordenone. Quarta sconfitta consecutiva, ancora zero punti, zero gol segnati, sempre ultimo posto in classifica, sia pure in compagnia di Alessandria e Vicenza.

È uno stop che fa male, forse ancor più del 4-0 di Parma, perché se contro gli emiliani c’era l’attenuante, definiamola così, di un’avversaria incontenibile, stavolta il ko arriva sul campo di un Cittadella quasi irriconoscibile per la pochezza espressa, che col minimo sforzo aggancia l’Ascoli al terzo posto.

Squadra

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Tumori. Le nuove frontiere della biopsia liquida: a caccia di esosomi per identificare metastasi

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi