Contenuto riservato agli abbonati

I misteri dolorosi di quell’arbitro

FOTO PETRUSSI

Il rigore misterioso è la chiave del match

UDINE. Stavolta sì che sono due punti buttati via, stavolta sì che il bicchiere e quasi vuoto. Perché quel punto all’Udinese serve solo a dare un poco più di consistenza a una classifica che prima o poi dovrà essere rimpinguata da qualche vittoria per non diventare preoccupante. È una legnata psicologica quella che ha preso la banda di Gotti perché prendere un rigore così a meno di dieci minuti dalla fine, praticamente nell’unica volta in cui il Verona si era affacciato in area, è una cosa folle.

Sì,

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Hawaii, l'incontro inaspettato è da brividi: fotografo si imbatte in uno squalo bianco mentre nuota

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi