Contenuto riservato agli abbonati

Cara Lega, è questo lo spettacolo che vuoi regalare?

Con 12-13 giocatori contati per l’Udinese, non allenati, contro una squadra in salute con la panchina strabordante, era inevitabile assistere alle solite cavalcate con gol ed esultanza beffarda di Muriel. Ma non è certo cosi che si promuove il calcio

UDINE. Con l’Atalanta, da alcune stagioni abituata al giardino della Champions, sarebbe stata a parità di Covid o, meglio ancora, senza Covid, durissima lo stesso giocare. In queste condizioni, l’Udinese non poteva far altro. Lottare, resistere, magari però anche... provare a non prendere 6 gol.

Ma con 12-13 giocatori contati, non allenati, contro una squadra in salute con la panchina strabordante era inevitabile assistere alle solite cavalcate con gol ed esultanza beffarda di Muriel davanti agli inviperiti ex tifosi.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Israele, ondata di gelo in Medio Oriente: Gerusalemme imbiancata dalla neve

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi