Contenuto riservato agli abbonati

Udinese, un altro positivo dopo l’Atalanta e il club insiste: «Stagione compromessa»

Comunicato il contagio del secondo calciatore tra i convocati di domenica e il vicepresidente Campoccia spiega il perché del ricorso

UDINE. Scorrono via i momenti di un altro giorno monotono, direbbero i Pink Floyd, perché anche ieri in casa Udinese non è mancato, puntuale come il ticchettio della sveglia di Time, l’annuncio dell’ennesimo contagiato, il secondo tra i giocatori che erano stati convocati per la partita della discordia, «dei martiri», secondo il dt Pierpaolo Marino, quella contro l’Atalanta che è finita al centro di un ricorso che il club bianconero ha preannunciato e che consegnerà nella mani del Giudice sportivo Gerardo Mastrandrea.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Israele, ondata di gelo in Medio Oriente: Gerusalemme imbiancata dalla neve

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi