Delser, altro stop Nuovo protocollo per far ripartire il campionato

udine

Fumata nera, continua a slittare il ritorno in campo della Delser nel campionato di A2 femminile.


La società udinese ha reso noto di aver accolto la richiesta di rinvio dell’Alpo Villafranca, che domenica avrebbe dovuto fare visita alle Women Apu al palasport Benedetti. La compagine veneta ha dovuto fare i conti con tre positività al Covid: due atlete si sono negativizzate, ma non otterranno in tempo il rinnovo dell’idoneità agonistica, quindi Alpo ha chiesto il rinvio del match.

Ed è tutto da valutare il possibile ritorno sul parquet del 19 gennaio per il recupero della gara con Vicenza al Benedetti: in questo caso le atlete positive sono due, la situazione è in continua evoluzione. In casa Delser, tuttavia, regna il sereno: le due atlete della prima squadra guarite dal Covid hanno svolto le visite mediche e sono pronte per tornare all’attività a pieno ritmo.

Tutto questo mentre la A2 femminile fa i conti con cambi di regole quasi quotidiani sul fronte protocolli Covid. Lunedì si è svolta la conference call con la Lega Basket Femminile e le società, da cui è scaturita la volontà di ridare centralità al protocollo Fip del 2021 (si gioca con almeno 6 giocatrici disponibili nel gruppo squadra) per ridurre al minimo i rinvii. Ora però sta per entrare in vigore il nuovo protocollo, messo a punto nella riunione fra Coni, Federazioni, Ministero della salute e la sottosegretaria con delega allo sport Valentina Vezzali. Solo con un numero di positività superiore al 35% del gruppo squadra si potrà chiedere il rinvio. Il provvedimento è valido per i tornei professionistici, ma anche per quelli dilettantistici di interesse nazionale, come la A2 femminile. «Dobbiamo convivere con questa situazione endemica – ha affermato Leonardo de Biase, presidente della Libertas Basket School – e regolamentare gli interventi delle Aziende Sanitarie e le richieste di rinvii delle società». L’obiettivo, chiaramente, è quello di far ripartire i campionati a buon ritmo: domenica scorsa in A2 femminile sono state rinviate bel 10 partite sulle 14 in calendario. «Un’altra novità – aggiunge de Biase – è l’introduzione dei tamponi solo in caso di sintomatologie. Un atleta positiva verrà isolata, la squadra continuerà l’attività, monitorata per cinque giorni con tamponi rapidi quotidiani». È il basket ai tempi della variante Omicron. —



2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Tennis, l'esilio dorato di Djokovic nella sua Belgrado

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi