Old Wild West, riecco Antonutti: da lunedì si allenerà in gruppo

Il capitano dopo la bufera Covid di novembre è a un passo dal rientro. C’è il disco verde da parte dello staff sanitario. E ha già recuperato i 6 kg persi  

UDINE. Semaforo verde per Michele Antonutti. Ieri mattina al Carnera il capitano dell’Apu Old Wild West si è sottoposto ad alcuni test per verificare la condizione atletica a un mese e mezzo dal ritorno in palestra dopo il secondo contagio al Covid: i risultati sono perfettamente in linea con le aspettative e da lunedì il “Cigno di Colloredo” potrà tornare in gruppo.

A dare la “benedizione” al capitano per il gran ritorno è il preparatore atletico Luigi Sepulcri: «I risultati del test sono molto buoni, decisamente migliori rispetto all’inizio di questo percorso post-Covid svolto da Antonutti e addirittura superiori a quelli dei test svolti al termine della preparazione atletica estiva. Michele ha recuperato il deficit metabolico che aveva, anche i valori di forza sono ritornati alla condizione precedente al contagio dello scorso novembre. Dalla prossima settimana il giocatore potrà ricominciare ad allenarsi con il resto della squadra».


In base a quelle che saranno le sensazioni di Boniciolli e del resto dello staff tecnico, verranno fatte le valutazioni del caso per il ritorno in campo con la divisa numero 9 per una partita di campionato.

Non è escluso che Antonutti (che ha giocato l’ultima gara il 6 novembre in casa contro Pistoia) possa tornare fra i convocati per la gara di domenica 23 gennaio a Biella, mentre per un eventuale rientro davanti al pubblico amico del Carnera si può mettere nel mirino la sfida del 30 gennaio con Treviglio.

Nelle valutazioni che dovrà fare Boniciolli c’è anche la variabile turnover: con Federico Mussini a pieno regime dopo il lungo percorso di riabilitazione seguito all’infortunio al ginocchio destro, i giocatori senior del roster sono undici, a fronte di dieci posti disponibili a referto.

Tornando ai test svolti ieri da Antonutti, va sottolineato che il giocatore ha recuperato i sei chilogrammi persi durante la malattia, tutto ok anche per quanto riguarda la visita per il rinnovo dell’idoneità agonistica, svolta con il dottor Alessandro Grassi.

Il “Cigno di Colloredo” rivede la luce in fondo al tunnel, e il merito è un lavoro d’equipe. Sepulcri ci tiene a elencare tutti i professionisti dello staff bianconero che hanno permesso al capitano di tornare in perfetta forma: Carlo Finetti, Carlo Campigotto, Marco Vendraminetto, Araldo Causero e il già citato Alessandro Grassi.

Perché dietro a una squadra che vince c’è sempre una squadra che funziona alla perfezione. 


 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Tennis, l'esilio dorato di Djokovic nella sua Belgrado

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi