Contenuto riservato agli abbonati

Katia Aere, bronzo alle Paralimpiadi: «Zanardi è la mia scintilla, Tokyo la mia felicità»

SPILIMBERGO. Non la si può definire una favola, perché di mezzo c’è una malattia che, debilitando il fisico, ti toglie certezze, ti priva di ciò che eri.

Il percorso di Katia Aere, spilimberghese bronzo nell’handbike alle Paralimpiadi di Tokyo, è però una di quelle storie capaci di dare un senso: alle cose grandi e a quelle piccole, a ogni sfaccettatura della vita.

Video del giorno

Omicidio a Foggia, quattro colpi di fucile e la vittima non ha scampo: in 10 secondi il killer uccide e scappa

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi