Calciomercato. Molina all’Arsenal: via alla trattativa, Marì ha già detto agli inglesi che vuole restare all’Udinese

Conferme dall’Argentina: si sta sviluppando l’affare anticipato meno di un mese fa. Pozzo chiede 30 milioni, i Gunners vogliono abbassare la cifra inserendo il difensore 

UDINE. Il tam tam del mercato attorno al nome di Nahuel Molina si avverte sempre più forte da quando, lo scorso 26 aprile, il Messaggero Veneto svelò che, accanto alle corteggiatrici Atletico Madrid e Juventus, ce n’era un’altra che stava facendo terribilmente sul serio: l’Arsenal.

E a quella “fuga di notizie”adesso si possono aggiungere altri particolari che confermano come la trattativa, ancora sotto traccia, si stia in realtà muovendo.
La squadra di Mikel Arteta sta lottando per un posto in Champions con il Tottenham di Antonio Conte. Ieri sera nella trasferta di Newcastle ha fallito il controsorpasso agli Spurs a soli 90 minuti dal termine della Premier League per insediarsi al quarto posto: ora dovrà sperare in un ribaltone anche se l’impegno contro l’Everton, in piena corsa salvezza, è decisamente più complicato di quello del Tottenham se la vedrà con il Norwich, retrocesso da tempo come il Watford di casa Pozzo.

Ma l’Arsenal non intende perdere tempo: a prescidere dai soldi della Champions i club inglesi hanno comunque un grande margine di manovra, tanto che già si parla di affare fatto con il Bologna per rilevare l’esterno sinistro scozzese Aaron Hickey, neppure 20 anni: sono 25 i milioni di euro che i rossoblù riceveranno, l’ha confermato anche la BBC. Ma Arteta vuole un esterno di gamba anche sull’altra fascia e il primo nome sulla lista è quello del bianconero Molina.

Arrivano dall’Argentina, stavolta, dove il portare internet legato al quotidiano sportivo Olé ha aggiunto un paio di particolari alle basi della trattativa sulle quali l’Arsenal vorrebbe impostare l’affare con l’Udinese. Prima di tutto la cifra: 30 milioni di dollari (la divisa americana è da sempre usata in Sudamerica per gli scambi di mercato), circa 29 in euro.

Potrebbe sembrare un dato in contrasto con le voci che rimbalzano da Londra, invece a ben vedere è un’ulteriore conferma, visto che dall’Inghilterra si parla di una richiesta avanzata da Gino Pozzo di 25 milioni di sterline, guarda un po’ circa 29 in euro. È questo il prezzo dell’ex giocatore di Boca, Defensa e Rosario Central che l’Udinese è riuscita a firmare nell’estate del 2020 a parametro zero. Un colpaccio.

Ma la stampa argentina aggiunge altro “sale” all’affare che, come avevamo svelato meno di un mese fa, potrebbe andare in porto con l’inserimento di Pablo Marì, il difensore spagnolo in prestito in Friuli da gennaio proprio dall’Arsenal.

Ebbene il diretto interessato ha già comunicato agli inglesi che resterebbe volentieri all’Udinese nel caso la trattativa andasse in porto. Così i Gunners abbasserebbero la cifra da sborsare per prendersi Molina, ma a questo punto della partita dovrà scendere in campo il protagonista più atteso: Gino Pozzo.

Tre i promemoria da non sottovalutare. Primo: l’Udinese non intende spendere una follia per Marì che è pur sempre un giocatore che va per i 29 anni. Secondo: lo spagnolo non ha un ingaggio basso e dovrebbe rientrare nella politica dei contratti attuata dall’Udinese.

Terzo: raramente in occasione di affari che hanno portato delle grandi plusvalenze (gli ultimi due quelli della scorsa estate, De Paul e Musso), Pozzo junior ha accettato contropartite tecniche. 


 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

I soldati ucraini sbagliano a usare il mortaio

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi