Mercato, il Pordenone tratta con il Modena di Tesser per avere la punta Minesso

Mattia Minesso, classe, 1990, ha giocato anche nel Perugia

Sotto contratto con gli emiliani fino al 2023, è uno specialista in promozioni. Il viaggio inverso potrebbero farlo il portiere Perisan e il difensore Andreoni

PORDENONE. Quanti intrecci lungo l’asse Pordenone-Modena. È proprio con il club che l’ex tecnico neroverde Attilio Tesser ha appena riportato in serie B che il Pordenone sta tessendo alcune calde trattative di mercato.

Nell’attesa, ormai prossima all’epilogo, di ufficializzare l’approdo di Domenico Di Carlo in panchina, la società naoniana ha infatti messo nel mirino uno dei protagonisti della recente impresa dei canarini, usciti vittoriosi dal lungo duello con la Reggiana per il primato del girone B di serie C.

A essere finito, secondo indiscrezioni, nel taccuino di Matteo Lovisa, sarebbe l’attaccante e all’occorrenza trequartista Mattia Minesso (classe 1990), che con 11 gol ha dato un contributo fondamentale alla scalata della formazione di Tesser. Un giocatore in grado di offrire qualità, gol ed esperienza. Maturata quest’ultima anche in serie B con Vicenza, Cittadella, Padova, Pisa e Perugia. Proprio il Pisa, la scorsa estate, pur dopo l’ottima stagione in prestito in Umbria (dove ha colto un’altra promozione in B), l'hanno ceduto a titolo definitivo al Modena, con cui Minesso ha firmato un contratto sino al 2023. Potrebbe dunque essere necessario un conguaglio. Ma non è escluso che nel computo possa rientrare anche quanto il Modena dovrà versare nelle casse neroverdi per il riscatto, diventato obbligatorio dopo la promozione degli emiliani, del centrocampista Luca Magnino (1997), passato alla corte di Tesser nell’ultimo mercato di gennaio.

Comunque sia, se arrivasse Minesso, che di Di Carlo potrebbe schierare in coppia o a sostegno di Simone Magnaghi (1993), che rientrerà dal prestito al Pontedera, in cui è stato protagonista a suon di gol (16) della missione salvezza, i tifosi del ramarro avrebbero più d'un motivo per sorridere. Gli incroci in salsa modenese non finiscono qui. Perché proprio la neopromossa società gialloblu sarebbe interessata al portiere Samuele Perisan (1997), rivelatosi uno dei migliori estremi difensori del torneo cadetto, pur difendendo i pali di un Pordenone alla fine condannato alla retrocessione. E intanto il terzino Cristian Andreoni (1992), tornato al Bari dopo il prestito in riva al Noncello, dove ha disputato una buona seconda parte di stagione, ha fatto sapere per bocca del suo agente di voler rimanere in serie B. Se non in Puglia dove? A Modena, of course.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Grado, la grande cucina sulla diga con la Via dei Sapori

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi