Prata in festa, bandiere e trombette davanti al maxischermo: la Tinet è in serie A2 di volley

La festa a Prata per la promozione in serie A2

Tutto il paese in piazza, il parroco ha suonato le campane

PRATA DI PORDENONE. Il maxischermo in piazza Meyer ieri non solo ha portato fortuna, ma si è rivelato una arma in più per spingere la squadra e così dopo la festa per la coppa Italia, la comunità di Prata di Pordenone ha festeggiato la promozione della squadra di volley in serie A2. Alle 20.10 sono suonate le campane a festa. Le aveva programmate don Pasquale Rea.

Hanno cominciato a risuonare mentre in piazza Wanda Mayer si udivano le note di “We are the champion” dei Queen e “Prata is on fire” cioè l’adattamento del celeberrimo successo commerciale della cantante milanese (ma trapiantata a New York da molti anni) Gala.

Prata in festa, la Tinet è promossa in serie A2

La giornata di festa e gioia, quella di domenica 22 maggio, era cominciata molto presto. I preparativi, le bandiere, le magliette hanno caratterizzato tutto in primo pomeriggio. L’alleata meteo dal Veneto non ha rovinato l’attesa. È piovuta qualche goccia, ma solo dopo le 15, poi è tornato il sereno. Tutte le mosse ieri sono state improntate a sfidare, apertamente, la scaramanzia. In prima fila don Pasquale Rea, il sindaco era invece in trasferta al raduno nazionale dei Bersaglieri. In compenso c’erano molti consiglieri comunali.

L’esultanza però è stata contenuta. Nel volley puoi dominare, ma subito dopo puoi inciampare. È come la vita: cadi a terra ma poi hai ora possibilità di risollevarti. Così come ha fatto la Tinet Prata sul campo. Vinto il secondo set, vinto anche il terzo, quasi tutto lasciava presagire che la festa potesse cominciare. Uno dei main sponsor Davide Piccinin si è lasciato andare alla confidenza.

Anche qui la scaramanzia è diventta una perfetta sconosciuta. «Abbiamo confezionato le maglie celebrative per la promozione in serie A2 – ha detto – le hanno nascoste i giocatori». Nell’unico matcpoint la Tinet ha fatto punto. Ed è scoppiata la gioia.

Una festa solo parzialmente rovinata da quanto accaduto poco prima al PalaPrata, alle finali regionali under 17: un atleta del Volley club Trieste ha accusato un malore. È stato colto da tachicardia, per colpa forse dello stress agonistico e del caldo. L’atleta, che ha 16 anni, è stato trasferito in ospedale a Pordenone per una visita. È stato dimesso dopo gli accertamenti e infine ha pure partecipato alle premiazioni.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Marmolada, trovate altre vittime del crollo del ghiacciaio

Tataki di manzo marinato alla soia, misticanza, pesto “orientale” e lamponi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi