In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
Calcio serie A

E’ questa l’Udinese di mister Sottil: l’allenatore ha fatto sentire importanti i giocatori e creato empatia coi tifosi

Stefano Martorano
2 minuti di lettura

Il calcio è proprio strano. Tra l’Udinese vista all’opera in Coppa Italia con la FeralpiSalò (5 agosto) e quella ammirata l’altra sera con la Roma (4 settembre) non sembra essere passato un mese, ma un anno.

Semplicemente strabilianti i progressi fatti registrare dalla squadra friulana e quando il rendimento cresce in maniera così esponenziale non si può non tirare in causa il lavoro del tecnico.

«Complimenti ai ragazzi», è un mantra di Andrea Sottil nei dopo partita. Certo, bravi quelli che vanno in campo, ma i 90’ sono il frutto di un lavoro settimanale. E se l’Udinese vista con la Roma è stata la più bella degli ultimi anni, i meriti vanno dati anche a chi questa squadra la guida.

Si è fatto un gran parlare da subito di come avrebbe dovuto giocare l’Udinese. Con il marchio di fabbrica della difesa a tre o a quattro come piace più al tecnico?

Alla fine Sottil, specie dopo che si è trovato a dover spostare Pereyra sulla fascia, ha optato per una via di mezzo chiedendo a Udogie di abbassarsi e facendogli fare un po’ quello che Pioli chiede a Theo Hernandez, ovvero partire sì largo, ma poi anche a buttarsi in mezzo chiedendo alla mezzala di allargarsi.

Il giochino sta funzionando alla perfezione anche perché questo consente al tecnico di aumentare la qualità in mezzo al campo. Se c’è un ruolo nel quale la rosa dell’Udinese abbonda è quello delle mezzali: Arslan, Lovric, Makengo, Samardzic e lo stesso Pereyra.

«Ho scelto Samardzic e Arslan perché senza la profondità di Beto avevvo bisogno di qualcuno che sapesse tirare da fuori e nello stesso tempo avesse qualità nel palleggio per stanare i centrocampisti della Roma», ha spiegato le sue scelte di domenica sera Sottil.

Non solo: così facendo il tecnico ha coinvolto in una gara di prestigio elementi sinora meno impiegati mandando un chiaro segnale al gruppo: qui c’è bisogno di tutti e chi merita troverà sicuramente spazio.

Ci sono poi dei giocatori che, in occasione della chiusura del mercato, hanno alzato l’intensità delle loro prestazioni (non è un caso). Stiamo parlando di Walace che, non è un mistero, voleva accettare la proposta del Flamengo, e di Deulofeu in estate seguito, illuso e poi abbandonato prima dal Napoli, poi dal Marsiglia e da un paio di squadre spagnole.

Con Fiorentina e Roma il dieci non ha ancora trovato il gol ma ha giocato con l’argento vivo addosso. Va sottolineato: il giocatore di maggior talento, non il medianaccio di turno. Questo spirito esalta il tifoso che si sente rappresentato come meglio non si potrebbe in campo.

Si viene così a creare una forte empatia tra squadra e pubblico. E infatti l’altra sera al Friuli si respirava un’aria forse mai avvertita da quando c’è lo stadio nuovo. Anche questo è un merito di Sottil.

I commenti dei lettori