In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
serie c

Tra il Pordenone e Lignano non c’è feeling

I neroverdi sono ancora a secco di vittorie al Teghil mentre in trasferta hanno ottenuto nove punti in tre gare

Alberto Bertolotto
2 minuti di lettura

Domenico Di Carlo l’ha sottolineato convinto, poco dopo il 90’: «Il Pordenone non esce ridimensionato da questa gara». Il tecnico dei neroverdi ha i suoi motivi per dirlo, sino alla fine i suoi sono rimasti in partita con un buon Padova, che ha vinto con merito pur essendo salvato all’ultimo istante da un intervento di Antonio Donnarumma. Per decollare definitivamente, tuttavia, i ramarri devono sfatare il tabù legato al Teghil, dove non riescono a ingranare.

Per loro due incontri sinora giocati in casa, un solo punto conquistato. Rendimento contrario in trasferta, dove sono arrivati nove punti su nove. La squadra friulana, per sua fortuna, domenica prossima giocano a Meda, ospite del Renate dell’ex Udinese Andrea Dossena. Ma il 5 ottobre per la coppa Italia e il 9 per il campionato si torna a Lignano. E il gruppo è chiamato a una svolta.

LE CIFRE

Il Pordenone, col Padova, ha perso la vetta della classifica del girone A di Serie C e ha incassato la prima sconfitta stagionale. Nulla di grave, il campionato è lungo e conta essere davanti a tutti ad aprile, non ora. Tuttavia, per assicurarsi la poltrona di leader, la formazione di Di Carlo deve migliorare il ruolino di marcia casalingo, problema che accompagna il club da due stagioni.

I neroverdi, in 40 gare di campionato disputate a Lignano, hanno incamerato soltanto sette vittorie. Cinque di queste sono state ottenute nel 2020-2021, nel primo torneo giocato al Teghil e per giunta a porte chiuse.

E già allora, per tutto il girone d’andata, i ramarri faticarono sul proprio terreno, avendo conquistato la prima affermazione soltanto il 30 dicembre (con la Reggiana). Nell’annata 2021-2022, invece, sono arrivati solo due successi lungo il litorale. Col ritorno in C si sperava in una svolta, ma sinora si sono registrati il pareggio subìto all’ultimo istante dalla Juventus Next Gen – pur viziato da un errore arbitrale – e la sconfitta coi biancoscudati. Va detto che, in entrambe le occasioni, il Pordenone non ha disputato una pessima gara, anzi.

Ma comunque non è riuscita a conquistare il risultato pieno. Come si spiega questo scarso feeling, dunque? Difficile capirlo, da un lato. Si può dire che la soluzione Teghil non abbia mai scaldato i tifosi, tanto che i due gruppi ultras – Supporters e Bandoleros –, in attesa del ritorno in provincia di Pordenone, hanno disertato le gare casalinghe. Potrebbe essere che questo malumore venga sentito dalla squadra. C’è da sottolineare però che in casa, sinora, la formazione di Di Carlo ha incontrato rivali sulla carta più forti rispetto a quelle affrontate in trasferta.

IL FUTURO

Certo è che il rapporto tra ramarri e Lignano non decolla. L’occasione per sfatare il tabù si presenterà con l’Imolese in Coppa Italia (5 ottobre) e con l’Arzignano in campionato (9 ottobre). Due vittorie darebbero tanto sotto il profilo morale, regalerebbero fiducia in vista di un intero autunno – e non è da escludere pure tutto l’inverno – da passare in riva all’Adriatico.

Il rientro nella Destra Tagliamento e al Tognon di Fontanafredda è atteso da tutti: il popolo neroverde vuole sostenere i propri calciatori a un passo da casa. Bisogna però stringere i denti, aspettare e cercare il più possibile di sostenere un gruppo che, sotto il profilo delle prestazioni, dell’impegno e anche dei risultati, non sta assolutamente deludendo.

I commenti dei lettori