In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Lutto nel calcio, è morto Gian Piero Ventrone: addio al “Marine” della Juve di Lippi e Conte. Aveva 62 anni

Sguardo da duro, metodi massacranti e una disciplina di ferro: era attualmente il preparatore atletico del Tottenham

gianluca oddenino
Aggiornato alle 2 minuti di lettura

Creato da

(lapresse)

Per tutti era il «Marine». Sguardo da duro, metodi massacranti e una disciplina di ferro, ma Gian Piero Ventrone era il migliore preparatore atletico in circolazione e con il suo lavoro aveva cambiato il mondo del calcio. Che ora lo piange per la prematura scomparsa a 62 anni dopo una leucemia fulminante: fino a pochi giorni fa era al lavoro con il Tottenham di Antonio Conte, dopo una carriera trentennale ricca di successi e soddisfazioni, ma nella notte è morto a Napoli. Dove tutto era iniziato, quando nel 1993 Marcello Lippi lo volle al suo fianco in Serie A con la squadra azzurra. Fu l'inizio di una lunga amicizia e di una coppia vincente, visto che la stagione successiva vennero ingaggiati dalla Juventus e portarono i bianconeri sul tetto del mondo dopo aver conquistato la Champions nel 1996: Ventrone faceva correre i giocatori come non si era mai visto prima, Lippi li schierava in campo nel modo migliore.

Un mix che ha funzionato anche nel 2006, quando i muscoli dell'Italia campione del mondo erano stati forgiati da questo preparatore che aveva fatto il militare nel reggimento San Marco, ovvero i “marines” italiani. Ventrone ha ispirato centinaia di colleghi in tutto il mondo con i suoi metodi: le corse infinite, i percorsi ad ostacoli con i tronchi o “la campana della vergogna” (chi si arrende durante l'allenamento deve suonarla davanti ai compagni) sono tutte sue invenzioni. Accompagnate da colonne sonore musicali ad alto contenuto rock, soprattutto quando chiudeva le sue squadre in palestra per sessioni che potevano durare ore. Un sergente di ferro, in puro “Full Metal Jacket”, di quelli che i calciatori all'inizio lo odiavano e poi lo amavano tantissimo.

Nella Juve ha lavorato dal 1994 al 1999 e poi di nuovo dal 2011 al 2004, stagioni d'oro che finirono anche al centro del processo per doping (assolti l'ex ad Giraudo e il medico Agricola, mentre l'accusa di abuso di farmaci andò in prescrizione), poi dopo l'esperienza in Nazionale andò a fare il vice allenatore all'Ajaccio e poi ancora preparatore atletico del Catania e dei club cinesi del Jiangsu Suning e del Guangzhou Evergrande. Nel 2021 era stato richiamato in Europa da Antonio Conte, suo giocatore ai tempi della Juve, che lo ha voluto al Tottenham per la preparazione atletica del club londinese. «Chi arrivava in fondo ai suoi allenamenti riusciva a fare qualcosa di speciale», disse un giorno Zinedine Zidane per spiegare il segreto di quella Juve vincente. «Ricorderemo sempre la sua figura discreta – così l'ha ricordato il club bianconero -, la sua cura dei dettagli, la sua filosofia del lavoro, e soprattutto quello che forse è stato il suo talento più grande: capire come il calcio stesse gradualmente entrando in una nuova era». i funerali si terranno domenica a Napoli.

I commenti dei lettori