In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
Volley A2 femminile

Il derby è della Cda, Talmassons non lascia nemmeno un set a Martignacco

Monica Tortul
2 minuti di lettura

La festa della ragazze della Cda Talmassons per la vittoria nel derby

 

La Cda inizia il campionato di A2 con un 3-0 che vale doppio. Le ragazze di Talmassons hanno vinto in soli tre set il derby contro l’Itas Ceccarelli Martignacco, capovolgendo il risultato della Supercoppa Fvg (in cui aveva invece avuto la meglio la squadra di Gazzotti, sempre per 3-0).

Domenica 23 ottobre ha prevalso l’esperienza delle ragazze di Barbieri, che hanno espresso un gioco ben organizzato e più ordinato delle avversarie. Insieme alla Cda ha vinto tutto il popolo del volley, che ha risposto presente al primo grande appuntamento della stagione: sono stati oltre 700 gli spettatori sugli spalti del palasport di Latisana.

In mezzo agli appassionati e agli atleti anche sponsor e autorità delle grandi occasioni. L’Itas Ceccarelli ha il rammarico di aver sbagliato troppo, al di là della forza delle avversarie: Modestino e compagne hanno commesso troppi errori e sono state imprecise in fase di ricostruzione del gioco.

LA CRONACA.

Coach Leonardo Barbieri è partito con Eze al palleggio e Taborelli opposta, Caneva e Costantini al centro, Milana e Rosetto in banda, De Nardi libero.

Gazzotti ha invece schierato Allasia in cabina di regia, Sironi opposta, Modestino e Eckl al centro, Cortella e Wiblin in banda, Tellone libero. Nel primo set la Cda è partita con un grande muro, grazie al quale è riuscita a portarsi avanti subito per 6-2.

Messa da parte l’emozione e prese le misure, l’Itas Ceccarelli si è rifatta sotto (12-11), ma poi ha perso definitivamente contatto con il set. Sul 20-14 è entrata Cabassa per Sironi e con tre aces ha riacceso gli animi di Martignacco, ma la Talmassons ha poi chiuso senza troppa fatica il primo parziale.

Il secondo e terzo set sono stati accumunati da una Cda decisamente organizzata bene in campo, efficace sul cambio palla e complessivamente più precisa.

L’Itas Ceccarelli ha commesso tanti errori sciocchi, non provocati; è stata imprecisa sulle ricostruzioni e ha fatto maggior fatica a mettere giù la palla a terra. Entrambi i set si sono conclusi ai vantaggi a favore di Talmassons e in entrambi i casi sono stati caratterizzati dalle ingenuità della squadra di Gazzotti.

Nel secondo set l’Itas era arrivata a condurre per 24-22. Dopo essersi fatta annullare due palle-set, Martignacco sul 25 pari ha commesso un errore sul secondo tocco e spedito un pallonetto in mezzo alla rete. A chiudere il parziale sul 28-26 una palla di seconda intenzione di Eze.

Nel terzo set Martignacco ha messo pressione in battuta, cercando di creare più difficoltà a Milana. Una soluzione tattica efficace, che ha dato buoni frutti. Nel finale si è giocato punto a punto.

Martignacco era nuovamente in vantaggio 24-22, ma in volata, nonostante i grandi sforzi in difesa, è stata la maggior esperienza e concretezza della Cda ad avere la meglio.

I commenti dei lettori