In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Dall’Udinese alle lacrime per l’Iran, la parabola di mister Stramaccioni

Una carriera che l’ha portato ad allenare a Teheran e ora è ai Mondiali con la Rai

PIETRO OLEOTTO
1 minuto di lettura

Lo avevamo lasciato nel maggio del 2015, dopo una stagione troppo altalenante per quello che doveva essere il giovane erede di Francesco Guidolin, lo ritroviamo adesso in Qatar per farci appassionare alle geste delle nazionali più improbabili – direbbero anche i bookmakers – del Mondiale.

Andrea Stramaccioni è la nuova voce della Rai, ingaggiato per arricchire con i suoi appunti tecnici il lavoro del telecronista di turno, spesso Dario Di Gennaro, omonimo dell’ex giocatore del Verona scudettato ora “spalla” anche per le partite della nostra Nazionale, la grande assente anche a questa edizione della Coppa del mondo.

Il Di Gennaro telecronista arriva dalla pallanuoto e in questa prima fase qatariota è salito alla ribalta soprattutto per la “filastrocca” coreana (del Sud): «Kim, Kim, Kim, Kim, Kim, Yun, Wan, Na, Son, Lin e Wan».

Testuale, non andate a vedere se la pronuncia corrisponde alla grafia di Seul, l’importante è che siano undici titolari, tra cui c’è anche il difensore del Napoli, uno dei Kim: sono quelli che hanno pareggiato senza segnare con l’Uruguay.

“Strama”, invece, sta diventando la voce cult del calcio del Medioriente e dintorni. Ha cominciato favorito dagli dei del calcio che hanno fatto inciampare l’Argentina sull’Arabia Saudita.

Lui, però, ci ha messo del suo, rendendo tambureggiante anche la difesa strenua dei sudditi di Re Salman che – non a caso – il giorno dopo ha fatto partire la festa nazionale. Comprensibile, non era facile pronosticare la vittoria all’esordio contro Messi.

E anche la telecronaca Rai, di solito placida, con uno Stramaccioni debordante è diventata Italia-Inghilterra, quella di Fantozzi. Ricordate? «Tiro, nuca di McKinley, tibia di Savoldi, naso di Antognoni, nuca del portiere inglese, naso di McKinley, tibia di Benetti, nuca, naso… Tiro pauroso. Palo».

D’altra parte Stramaccioni, tra l’’avventura di un anno con l’Udinese e questo Mondiale ha vissuto una carriera lontano dai riflettori italiani e negli ultimi tempi proprio da quelle parti.

Prima in Grecia con il Panathinaikos, poi a Praga con lo Sparta, quindi a Teheran con l’Esteghlal, fino all’ultimo incarico proprio a Doha con l’Al Gharafa.

E proprio per il proprio passato iraniano – tra l’altro segnato con un finale burrascoso, con tanto di passaporto ritirato dalle autorità per aver polemizzato con la dirigenza del club –, Stramaccioni ha commentato con grande trasporto l’impresa dell’Iran contro il Galles e ora è diventato l’idolo dei social per un video “rubato” a fine partita, quando interpellato da un collega ha fatto segno di aver pianto dalla commozione sull’uno-due in pieno recupero firmato da Cheshmi e Rezaian.

I commenti dei lettori