In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
Calcio serie C

Il Pordenone fallisce il quinto acuto di fila, ma il punto con la Pro Sesto è di sostanza

I neroverdi, avanti con Pinato, si fanno rimontare, poi acciuffano il pari con Candellone e sono a più 3 sulle inseguitrici

Alberto Bertolotto
2 minuti di lettura
Nella foto, il sinistro di Candellone che vale il 2-2 

Con un po’ più di attenzione avrebbe infilato la quinta vittoria consecutiva, va detto, ma la squadra di Mimmo Di Carlo non fa la schizzinosa: da Sesto San Giovanni il Pordenone porta a casa un punto prezioso, che vale più di quello che sembra.

È finita 2-2 la sfida con la Pro, 90’ pieni di adrenalina che hanno visto i ramarri andare avanti, essere rimontati, poi superati e infine recuperare una formazione forte, meritamente seconda in classifica alla vigilia della gara.

Allenato dal più giovane tecnico del panorama professionistico, il classe ’89 Matteo Andreoletti, l’undici milanese ha dimostrato di poter fare strada, motivo per cui il Pordenone è soddisfatto del punto, grazie al quale ha tenuto i rivali a cinque lunghezze di distanza.

Si sono avvicinate invece il Lecco, il Renate e la FeralpiSalò salite in seconda posizione e a meno tre dai ramarri dopo i successi su Triestina, Padova e Trento.

Eroso un po’ il margine, dunque, ma il campionato non è neppure a metà e la squadra di Di Carlo, dopo 15 turni, è saldamente in testa alla classifica del girone A di Lega Pro.

E pur in una giornata con alcuni lati negativi, ha mantenuto l’imbattibilità, che va avanti da un mese. Non si può sempre vincere e, al netto di alcuni errori, è uscita una buona prestazione da parte dei ramarri, traditi solo da alcuni errori.

Come quello commesso sull’1-0. Dopo aver sbloccato il punteggio con un colpo di testa di Pinato, giunto su un angolo dello specialista Burrai, la squadra ha avuto l’occasione per siglare il 2-0 e di fatto chiudere i conti. Candellone, invece, dopo aver ricevuto palla da Dubickas in piena area, ha mandato alto da posizione super favorevole.

Così la legge del “gol sbagliato, gol subìto”, si è materializzata pochi minuti più tardi. E la rete dell’1-1 è stato il risultato di un mix di sfortuna ed errori.

Burrai, autore di un’ottima prova, è scivolato mentre Bruschi stava per mettere il cross dalla sinistra. Il traversone è arrivato sulla testa di Capogna, su cui Ingrosso è apparso incerto: inzuccata e rete dell’1-1.

Il Pordenone ha iniziato molto bene la ripresa, sfiorando il gol in almeno due circostanze con Pinato: la mezzala, scatenata in fase di finalizzazione, non è riuscita però a inquadrare la porta.

I neroverdi sembravano in pieno controllo del match, con il colpo del 2-1 in canna, ma Ajeti, eroe dell’ultima vittoria col Novara, stavolta si è reso protagonista in negativo.

Ha perso palla a centrocampo su un disimpegno, avviando il contropiede della Pro Sesto. Capelli è partito sulla destra, guadagnandosi il fondo.

Il difensore, nel frattempo rientrato, sul dribbling dell’avversario è caduto a terra. Sul cross rasoterra di quest’ultimo ha poi toccato il pallone col braccio: rigore sacrosanto, che Bruschi ha trasformato.

E nel frangente il Pordenone ha reagito, dimostrando carattere. Di Carlo ha azzeccato la sostituzione inserendo Piscopo passando al 4-2-4, e con l’ex Empoli scatenato, ha trovato il 2-2.

Il nuovo entrato si è involato sulla sinistra, mettendo al centro per Candellone, bravo a farsi perdonare l’errore sull’1-0. “CL27” si è girato, calciando di sinistro sul primo palo, firmando così la rete del pari.

Pordenone e Pro Sesto hanno continuato ad attaccare, poi hanno tirato i remi in barca. I friulani sono usciti dal campo imbattuti con una squadra reduce da cinque vittorie nelle ultime sei sfide: se non si può vincere, va bene non perdere. E ora testa alla Pro Patria, attesa mercoledì al Teghil.

I commenti dei lettori