In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
Basket serie A2

Boniciolli spiega l’Apu che sarà: «Siamo in linea con l’anno scorso, lotteremo per la A1»

Niente mercato e fiducia. Attesa per il derby? «Zero, quando giochiamo in velocità siamo devastanti»

Antonio Simeoli - Giuseppe Pisano
Aggiornato alle 2 minuti di lettura

Una settimana al derby con Cividale, l’Old Wild West è seconda in classifica, eppure non convince del tutto per le grandi potenzialità che ha. Nello spogliatoio dei coach Apu, Matteo Boniciolli è un fiume in piena. Incalzato da una dozzina di domande. Un confronto franco, non morbido (che bellezza).

Boniciolli, siete secondi in classifica, ma la sua squadra, per gli obiettivi che ha, ancora non convince. È d’accordo?

«No. Tutti i dati statistici dicono che siamo in linea con lo scorso campionato, sette vinte e due perse, attacco uguale difesa quasi».

Ma la formula è diversa, lo scontro diretto perso con Pistoia rischia di pesare nella seconda fase.

«L’obiettivo è arrivare in forma e sani, non come nelle finali di un anno fa in cui abbiamo perso 4 giocatori. E poi ho fatto due finali partendo da settimo. Dopodiché abbiamo tante cose di migliorare, ma tutto il tempo di farlo».

Con Pistoia però il ko è stato brutto...

«Giornata storta».

Sicuro?

«Non ci entrava nulla, ma non ci siamo limitati a questa considerazione tranquilli: l’abbiamo analizzata con grande attenzione».

La squadra quando riesce a giocare a briglia sciolta è spettacolare ed efficace. Perché però fatica a controllare il ritmo delle partite?

«Concordo, quando giochiamo in velocità siamo devastanti. Domenica lo abbiamo fatto per un quarto poi siamo calati, perché ci sono gli avversari e, con rotazioni limitate per scelta, è calata l’intensità. Ma usciamo sempre fuori alla distanza e questo è fondamentale».

Perché tener fuori proprio Antonutti e Mussini?

«Abbiamo preso le loro statistiche e abbiamo deciso. Il capitano si è messo a disposizione, Mussini mi ha dimostrato anche oggi in allenamento che ha capito come tornare a giocare. Dopo un brutto ko come quello contro Pistoia la cosa da fare era diminuire le rotazioni e superare le difficoltà».

Quindi sfoltirete la squadra?

«No, la filosofia di avere un roster di 12 giocatori, perché ora c’è anche Fantoma, resta. Ed è quella che ci porterà a lottare per la A1 anche quest’anno. Era e resta la filosofia della società».

A proposito di Fantoma, stupito dal suo esordio?

«No, è un ragazzo con una mentalità super, e ha perso due anni di allenamenti a causa del Covid. Per mentalità mi ricorda Gianluca Basile. Diventerà un’ala piccola da Serie A1. Se, come sta facendo, accetta la nostra proposta di lavorare da guardia diventerà invece un giocatore da Eurolega».

La coppia americana la convince?

«Sì, ma non possiamo sperare che faccia oltre la metà dei tiri della squadra come domenica, perché altrimenti non si vince il campionato. Serve alzare il livello degli altri, ci siamo lavorando».

Gaspardo e Mian non si sono ancora adeguati alla A2?

«Se il terzo violino della Scala di Milano va a suonare all’orchestra del Fvg non può fare subito il primo violino. Serve tempo. L’impegno che ci mettono, loro che tengono molto a questa missione udinese per essere friulani, mi rassicura. Mian non segna ma difende forte, Gaspardo lotta».

Torniamo agli Usa. Notiamo un grande feeling con Briscoe.

«Vero. È un gran giocatore. È più forte di Charlie Smith perché uno contro uno non è marcabile. E poi lui e Sherrill provano piacere a passare la palla ai compagni».

Palumbo con loro rischia di essere “chiuso”?

«Se gioca come sa fare no, anzi. E lo sa bene. Avete presente il notaio dei quiz televisivi? Ecco un allenatore fa come quelli: annota le statistiche e decide così di fare giocare i suoi atleti. Se alla seconda rotazione il risultato non cambia uno sta in panchina. È così.

Palumbo e gli altri lo capiscono perché lo spirito del gruppo è buono. Gaspardo dopo il brutto finale di partita contro la Fortitudo mi ha detto candidamente: non ero arrabbiato per la sostituzione, ma perché sapevo di aver giocato male».

Coach, i tifosi le chiedono questa benedetta Serie A1.

«Stiano tranquilli in giugno lotteremo per salirci».

Che effetto le fa tra una settimana giocare un derby non con Trieste o Gorizia, ma a Cividale?

«Zero».

Esce dal “suo” spogliatoio. Convenevoli zero (che meraviglia). Ci interessava capire un po’ di cose. Sensazione: fuori dai monologhi post partita, l’Apu 2023 d’incanto sembra più una squadra. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori