In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Buffon: “Al Psg l’esperienza più bella della mia vita, abbiamo provato a portare Cassano alla Juve”

Il portiere del Parma alla Bobo Tv: «Sbagliai a lasciare la Francia»

andrea melli
Aggiornato alle 2 minuti di lettura

Creato da

Numero uno in campo, ma anche nella comunicazione. Perché quando Gigi Buffon parla, regala sempre titoli. E ieri sera di scoop, nel corso della Bobo Tv in onda su Twich, l’estremo difensore del Parma si è raccontato a 360 gradi. Dalla Juventus, il suo grande amore durato per ben 19 anni, all’esperienza al Paris Saint-Germain che non ha tardato a definire come «la più bella della mia vita. Ed è stato anche il mio più grande rimpianto, e il mio più grande errore. Sbagliai ad andarmene, lasciando lì anche un contratto da dieci milioni di euro (“la società aveva deciso di puntare su Areola e mi disse che la Champions successiva non l’avrei giocata, non potevo accattare un trattamento simile”) e tutt’oggi i miei figli e mia moglie mi chiedono come mai abbiamo lasciato Parigi….».

Quasi a sorpresa, e stupendo il quartetto, formato da Lele Adani, Antonio Cassano, Nicola Ventola e Bobo Vieri, della Bobo Tv, Buffon non ha fatto mistero del fatto che l’esperienza al Paris sia stata «quella più bella della mia vita, lì mi sentivo un uomo libero. Dopo poco parlavo già francese, mi intrattenevo con le persone per strada, visitavo musei. E poi avevo la sensazione di essere in una squadra fortissima, il torello con cui aprivamo gli allenamenti era di una qualità incredibile».

E il rimpianto di non aver vinto la Champions, sfiorata tre volte in bianconero con altrettante finali perse, racconta di essere stato gigante. «Ero convinto di poter vincere la Champions, eravamo superiori a tutti. Andammo a Manchester a giocarci l’andata degli ottavi con lo United e dominammo, li abbiamo presi a pallonate (0-2 il risultato finale). Poi al ritorno venimmo eliminati, ma fu solamente una questione mentale: ad oggi, quella resta la delusione più grande della mia carriera».

E dopo il Paris, Buffon ha toccato il tema Juve. Scelta nell’estate 2001, quando fu cercato dalla Roma e dal Barcellona, tanto da essere ad un passo dal vestire la maglia blaugrana. «Non potevo fare scelta migliore alla Juventus: è stata la squadra che ha fatto sì che io mi consacrassi a certi livelli. Mi volevano Roma e Barcellona, stavo andando in Spagna, eravamo davvero vicinissimi, ma mio padre mi fece riflettere e mi consigliò la Juve. A suo dire sarebbe stata la scelta migliore, perché sarebbe tornata a vincere dopo cinque anni senza scudetto: fortunatamente lo ascoltai».

E incalzato da Antonio Cassano, Gigi ha svelato come avesse provato, a più riprese, a portare ai piedi della Mole proprio il talento barese. «Abbiamo provato a portarcelo, era un talento talmente brillante che meritava di giocare con noi e gli avrebbe fatto pure bene». E all’obiezione di Cassano («alla Juve sarei durato pochissimo»), Buffon ha risposto da leader. «Non è vero, penso al rispetto che avevi verso di me e verso Giorgio (Chiellini ndr). Giocare con la Juventus lo avrebbe migliorato, gli avrebbe permesso di giocare grandi gare e di dare sfoggio a quell’immenso talento che aveva».

E sulla Juventus di oggi, ma anche sull’ultima scudettata con Maurizio Sarri alla guida, il portierone si è soffermato.

«Allegri catenacciaro? Non è così, piuttosto stiamo parlando di un tecnico che lascia ampia interpretazione ai propri calciatori offensivi. Credo che uno come Neymar vorrebbe essere allenato da un tecnico come Allegri, proprio perché non è uno che confina il talento». Una Juventus che al netto della penalizzazione sarebbe seconda e nella quale Buffon vede «compattezza e unione, gli imprevisti hanno permesso ai ragazzi di fare gruppo per sfidare l’ingiustizia».

Quindi su Sarri, a Torino per appena una stagione, col quale «ho un rapporto bellissimo e che ancora oggi sento. Non so cosa non abbia funzionato: purtroppo alcune volte per difendere le scelte bisogna inimicarsi qualcuno. Da parte mia piccolo ho cercato di dargli una mano, perché aiutarlo significava aiutare la Juve. Peccato, non ha funzionato ma avrebbe potuto funzionare».

I commenti dei lettori