Il cinese si impara con l’Intelligenza Artificiale

Il progetto di Edugo, la startup italiana che risolleva il business delle scuole

1 minuti di lettura

Il cinese, si sa, è una lingua molto complessa e diversa da tante altre. Difficile da imparare, soprattutto per un occidentale. Da qui l’idea di Giuseppe Tomasello che ha fondato Edugo, una startup con la missione di facilitare l’insegnamento delle lingue straniere attraverso la tecnologia e l’intelligenza artificiale e migliorare nello stesso tempo la redditività delle scuole messe in ginocchio dall’emergenza Covid.

Fondata a Hong Kong nel maggio 2019, Edugo è una startup dal team internazionale ma con una forte componente italiana che fornisce la propria tecnologia ad almeno 30 istituti linguistici sparsi in tutto il mondo ed è in grado di insegnare otto lingue diverse: cinese, francese, inglese, spagnolo, portoghese, italiano, tedesco e olandese. Secondo Tomasello Edugo è in grado di velocizzare di 5 volte l’apprendimento. “Ho studiato business, ma ho iniziato a programmare perché volevo creare un sistema automatizzato che mi permettesse di imparare il cinese più velocemente e in maniera mirata per le mie esigenze”. Spiega Tomasello. “Il settore educativo – continua - è uno dei più colpiti dalla crisi del 2020. Le scuole sono state costrette ad adottare soluzioni di apprendimento a distanza per 1,5 miliardi di studenti in tutto il mondo. La maggior parte delle scuole di lingue si è trovata impreparata a questa crisi e, quasi un anno dopo, sta ancora adottando soluzioni di apprendimento a distanza, piuttosto che abbracciare una più articolata strategia  online. Questi istituti hanno bisogno di una soluzione scalabile, che permetta loro di acquisire nuovi studenti online, nonché di digitalizzare i contenuti linguistici in modo efficiente, interattivo e coinvolgente per gli studenti, ma anche facile e intuitivo da creare per insegnanti. Tutto questo è possibile grazie a Edugo”.