In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Intesa Sanpaolo, Google e Tim alleate nel segno del Cloud

Intesa Sanpaolo, Google e Tim alleate nel segno del Cloud
Un affare da 30mila nuovi posti di lavoro e 1,7 miliardi di euro. E Mountain View investirà un miliardo di dollari in Italia nei prossimi anni
2 minuti di lettura

L'autostrada digitale dell'Italia parte da Torino. Nei prossimi anni porterà all'apertura dei primi data center del Paese, allo sviluppo di due Cloud Region - Piemonte e Lombardia - e di un centro di eccellenza per l'intelligenza artificiale e lo sviluppo dell'informatica avanzata per le imprese, alle Officine Grandi Riparazioni di Torino. Proprio in questa fabbrica riconvertita ad hub tecnologico si è svolto stamattina il primo Opening Future Day, un'iniziativa di Intesa Sanpaolo, Google e Noovle - gruppo Tim - che consolida una collaborazione nata oltre un anno fa nel segno del Cloud. Un affare da 1,7 miliardi di euro e 30mila nuovi posti di lavoro.

L'esigenza era concreta e ambiziosa: la transizione digitale del principale gruppo italiano, fra i primi dieci in Europa. Così Intesa Sanpaolo si è rivolta a due leader dei servizi informatici: Tim e Google Italia. Da questa rete è nata la piattaforma openingfuture.it, punto di riferimento per aziende, startup e studenti che vogliono migliorare le loro competenze digitali e farsi trovare pronti alla competizione globale. Oggi la piattaforma diventa concreta: nell'hub delle Ogr c'è già uno spazio di lavoro che reca i tre loghi. "Nel regional hub e nei data center che Intesa Sanpaolo ha chiesto di realizzare a Torino e Milano saranno trasferite le attività del gruppo bancario. In più verranno messi a disposizione del territorio che potrà servirsene - ha detto il presidente di Intesa Sanpaolo, Gian Maria Gros-Pietro - Si creeranno 30mila nuovi posti di lavoro e innumerevoli opportunità di formazione per i giovani".

L'iniziativa risponde a una domanda di digitalizzazione delle imprese del territorio, dove spesso mancano le competenze e le infrastrutture per l'impiego del Cloud, e un'importante occasione di sviluppo, quantificata in un'indagine dell'università degli Studi di Torino presentata oggi. "Grazie all'effetto combinato tra gli investimenti e la maggiore produttività delle imprese che migreranno verso i nuovi servizi digitali, il solo investimento per la costruzione e il funzionamento dei data center genererà benefici economici per 1,3 miliardi di euro e circa 21mila occupati", ha spiegato il rettore dell'Università di Torino, Stefano Geuna, che con i docenti Aldo Geuna e Francesco Ramella ha esposto i risultati dello studio. "A questi si aggiungono ulteriori 400 milioni di euro generati dalla maggiore produttività e dalla spesa in servizi tecnologici da parte delle imprese, da cui si stima derivino altri quattromila-settemila nuovi posti di lavoro". Ai quali va sommato il patrimonio di competenze che metteranno le aziende nella condizione di competere a livello sovranazionale. "Come si è fatto con le autostrade nel dopoguerra, Google costruisce le infrastrutture del futuro - ha detto Fabio Fregi, country manager di Google Cloud Italy, annunciando che Alphabet investirà un miliardo nei prossimi anni nel nostro Paese. I luoghi che ospiteranno i data center sono quelli dove avverrà lo sviluppo digitale dell'economia, è convinto Carlo d'Asaro Biondo, ceo di Noovle: "Il beneficio principale - spiega - è di offrire alle aziende di ogni dimensione la possibilità di utilizzare su richiesta i servizi informativi più avanzati al mondo. È una possibilità di sviluppo, crescita, inclusione per tutti".