11a Puntata

Mi manda Italian Tech, il diritto alla connessione (e alla disconnessione)

Per essere cittadini digitali è fondamentale essere connessi a internet
2 minuti di lettura

Nella società dell’informazione la connettività non è solo utile per fruire dei servizi erogati dai privati, ma anche per poter esercitare i propri diritti nei confronti dell’amministrazione.

La connettività, ad esempio, è necessaria per poter consultare i documenti dati e informazioni pubblicati sui siti delle amministrazioni (come gli orari di apertura degli uffici o scaricare la modulistica). La connessione è necessaria anche per inviare istanze agli uffici pubblici oppure per effettuare un pagamento.

Secondo molti ormai il diritto di accesso alla rete deve essere qualificato come vero e proprio diritto fondamentale e in questo senso vanno diverse proposte volte alla sua introduzione in Costituzione.

Per questo motivo, il Codice dell’Amministrazione Digitale prevede che le pubbliche amministrazioni e i gestori di servizi pubblici hanno l’obbligo di mettere a disposizione degli utenti connettività a banda larga per l’accesso alla rete internet nei propri uffici. In particolare, le amministrazioni - nei limiti della banda disponibile - devono favorire la disponibilità di connettività alla rete internet presso gli uffici e i luoghi pubblici specialmente nei settori scolastico, sanitario e di interesse turistico.

Se non consentisse a tutti di essere connessi, infatti, la trasformazione digitale potrebbe essere un fattore di discriminazione tra cittadini e imprese. La pandemia da Covid-19 ha mostrato che il diritto a internet è uno spartiacque fra inclusione ed esclusione sociale. Chi non è connesso, infatti, non può più esercitare pienamente i suoi diritti di cittadinanza; dal digitale dipendono il diritto al lavoro, alla salute, all’istruzione e all’informazione.

Nell’epoca dello smart working, però, diritto a internet vuol dire anche diritto alla disconnessione dalle strumentazioni tecnologiche e dalle piattaforme informatiche necessario per tutelare i tempi di riposo e la salute del lavoratore.

NEI CONFRONTI DI QUALI SOGGETTI PUÒ ESSERE ESERCITATO IL DIRITTO?

diritto alla connessione

  •  pubbliche amministrazioni (es. comuni, province, regioni, ministeri, asl, scuole, università, ordini professionali, autorità di sistema portuale, autorità amministrative indipendenti)
  •  gestori di servizi pubblici (es. società che gestiscono il trasporto pubblico locale, fornitore del servizio postale)
  •  società a controllo pubblico (es. società municipalizzate)

diritto alla disconnessione

  •  tutti i lavoratori pubblici e privati

COSA È POSSIBILE FARE GRAZIE AL DIRITTO ALLA CONNESSIONE?

  •  informarsi
  •  lavorare
  •  imparare
  •  usufruire dei servizi pubblici parzialmente o esclusivamente digitali
  •  esercitare i diritti di cittadinanza

COSA È POSSIBILE FARE GRAZIE AL DIRITTO ALLA DISCONNESSIONE?

  •  tutelare i propri tempi di riposo e la salute

PER SAPERNE DI PIÙ

Le norme 

art. 8bis, CAD 

art. 2, DECRETO-LEGGE 13 marzo 2021, n. 30

Gli strumenti 

Wi-fi Italia, la rete nazionale di accesso gratuito ad internet 

Wi-fi Italia, scarica l’app per connetterti gratuitamente su tutto il territorio nazionale 

Verifica la copertura di banda ultra larga nella tua zona

***

Se avete domande o volete segnalare un caso di diritti digitali negati, scrivete a redazione@italian.tech oppure inviate un messaggio whatsapp al numero 393472794359.