Il conflitto

Facebook e Twitter: “Così potete difendere i vostri account dagli hacker russi”

Facebook e Twitter: “Così potete difendere i vostri account dagli hacker russi”
Una guida per disattivare temporaneamente i propri profili social
1 minuti di lettura

Facebook e Twitter hanno lanciato una funzione che consente agli utenti dell’Ucraina di bloccare i propri profili sui social media per motivi di sicurezza. Twitter in particolare ha anche pubblicato suggerimenti su come gli utenti possono proteggere i propri account dagli hacker, assicurarsi che i propri tweet siano privati e disattivare temporaneamente i propri account. L'azienda ha twittato i consigli sulla sicurezza in inglese, russo e ucraino.

La decisione è nata perché entrambe le piattaforme di social sono spesso utilizzate da attivisti politici e ricercatori per diffondere informazioni durante i periodi di crisi. Anche l'invasione russa dell'Ucraina di giovedì ha sollevato preoccupazioni per la diffusione della disinformazione sul conflitto sui social media. Con un clic, gli utenti in Ucraina possono bloccare il proprio profilo per evitare che utenti che non sono loro amici scarichino o condividano la propria immagine del profilo, o visualizzino post sulla propria sequenza temporale. E sulle rispettive piattaforme ci sono tutte le informazioni su come gli utenti possono disattivare il proprio account.

Con l'escalation del conflitto in Ucraina giovedì, gli utenti dei social media si sono rivolti a piattaforme come TikTok, Snapchat e Twitter per pubblicare video di linee di evacuazione, elicotteri in cielo e proteste contro la guerra in Russia. Un solo dato per capire la mole di informazioni: su TikTok, gli hashtag "Russia" e "Ucraina" hanno avuto rispettivamente 37,2 miliardi e 8,5 miliardi di visualizzazioni.