Motori
Qualcomm porta il 5G sulle auto di Stellantis: si comincia con Maserati

Qualcomm porta il 5G sulle auto di Stellantis: si comincia con Maserati

Tavares: “L’auto diventerà sempre più vicina agli stili di vita dei clienti, attraverso funzionalità sicure, personalizzate e sempre connesse”

2 minuti di lettura

Dopo l’accordo con Bmw e Ferrari il colosso Qualcomm continua a stringere partnership nel settore automobilistico (fino a oggi siamo a un valore superiore a 13 miliardi di dollari) e ora è la volta di Stellantis con tutti i suoi quattordici marchi. Obiettivo dichiarato: “Garantire eccellenti esperienze in-vehicle per milioni di veicoli”. Si partirà da Maserati che sarà il primo brand ad ospitare queste tecnologie.

L’idea è quella di collaborare per implementare le nuove piattaforme per veicoli con soluzioni di digital chassis Snapdragon, la famiglia di system-on-a-chip prodotti da Qualcomm. Il cuore del processore Snapdragon, soprannominato Scorpion, è al centro della partnership Stellantis Qualcomm perché a partire dal 2024, le piattaforme automotive Snapdragon offriranno capacità e potenza ad alte prestazioni per le piattaforme tecnologiche Stla Brain e Stla SmartCockpit.

Un piccolo passo indietro per capire il discorso: Stla Brain è la nuova architettura elettrica/elettronica (E/E) e software di Stellantis, il motore della trasformazione verso i servizi incentrati sul cliente. Un’architettura orientata ai servizi, completamente integrata con il cloud, che disconnette i cicli hardware da quelli software, permettendo agli sviluppatori di creare e aggiornare rapidamente le funzionalità e i servizi attraverso aggiornamenti Ota, senza attendere l’introduzione di un nuovo hardware.

Stla SmartCockpit invece, operando in simbiosi con Stla Brain, si integrerà perfettamente con la vita digitale a bordo del veicolo trasformandolo in uno spazio vitale completamente personalizzabile. L’interfaccia di nuova generazione di Stla SmartCockpit offre agli utenti un modo più naturale di interfacciarsi con il proprio veicolo, usando modalità di immissione che vanno dai comandi touch e vocali, fino agli sguardi o ai gesti.

Stla SmartCockpit è stata sviluppata a sua volta dalla joint venture Mobile Drive tra Stellantis e Foxconn e si avvale di applicazioni basate sull’intelligenza artificiale per offrire una serie di funzionalità e servizi come la navigazione, l’assistenza vocale, il mercato dell’e-commerce e i servizi di pagamento. La piattaforma userà prodotti e soluzioni Amazon studiati appositamente per i nostri veicoli in modo da creare esperienze personalizzate, intuitive e specifiche per ogni brand.

Ma torniamo all’accordo Stellantis-Qualcomm: in pratica tutte le piattaforme per l'abitacolo Snapdragon non sono progettate solo per offrire una grafica touch ad alta definizione e una console dell'abitacolo a controllo vocale, ma anche un'esperienza totalmente immersiva, consentendo una qualità audio eccellente e comunicazioni vocali perfettamente nitide all'interno dell'abitacolo del veicolo. Vedremo.

Di certo sappiamo che le nuove funzioni garantiranno aggiornamenti Over-the-air via rete 5G, che permetteranno al veicolo di evolvere in modo naturale e di migliorare nel corso del tempo, grazie a costanti miglioramenti, nonché funzionalità on demand e update istantanei, che potranno riguardare ad esempio le modalità di guida e l'aumento di potenza in termini di cavalli. Possibile anche avere esperienze personalizzate, che sfruttano l'AI per adattarsi a un ampio ventaglio di preferenze del cliente, mentre l’utente avrà di sicuro migliori esperienze, grazie a una comunicazione più rapida con le funzionalità connesse e a un maggiore potere computazionale per supportare gli aggiornamenti futuri.

“Questa collaborazione  - ha spiegato in una conferenza stampa digitale Enrico Salvatori, presidente, Qualcomm Europe - permetterà a Stellantis di soddisfare meglio le esigenze dei suoi clienti di oggi e di domani perché la nostra tecnologia è particolarmente adatta ad aiutare i marchi automobilistici di oggi a innovare ed eccellere. Di conseguenza questo accordo aiuterà Stellantis ad assicurare meglio la sua supply chain per i componenti strategici”. Ma l’impegno è grosso, così sul tema è intervenuto lo stesso Ceo Tavares: “La partnership tecnologica con Qualcomm Technologies – ha spiegato - è un altro esempio della nostra volontà di individuare leader di settore altamente specializzati, interessati a partecipare al percorso di trasformazione dei veicoli con un approccio guidato dal software, collaborando con i nostri team interni, così ricchi di passione e talento. Questo permetterà di soddisfare al meglio le necessità legate agli stili di vita dei clienti, attraverso funzionalità sicure, personalizzate e sempre connesse”, ha continuato Carlos Tavares, CEO di Stellantis.? “La grande esperienza di Qualcomm Technologies nel settore automotive e il suo ruolo di leader nel settore dei semiconduttori – ha concluso - ci consentirà di integrare verticalmente gli elementi chiave delle nostre nuove piattaforme e di gestire più da vicino l'intera filiera elettronica, così da garantirci l'accesso alle migliori tecnologie e soddisfare il potenziale dei volumi di Stellantis, oltre a raggiungere il nostro ambizioso obiettivo Dare Forward 2030”.