In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
Cyber War

Il messaggio degli hacker sulle tv russe: "Sulle tue mani c'è il sangue degli ucraini"

L'attacco è avvenuto poco prima del discorso di Putin alla nazione. Colpita anche la piattaforma RuTube: l'alternativa a YouTube in Russia risulta inaccessibile
2 minuti di lettura

Nel giorno della grande parata militare, che a Mosca ha celebrato la vittoria contro i nazisti nella Seconda Guerra Mondiale, gli hacker che sostengono l’Ucraina hanno sfregiato le tv russe, modificando le loro guide elettroniche poco prima del discorso di Putin alla nazione.

Anche la piattaforma video RuTube, che in Russia rappresenta un’alternativa a YouTube con i suoi contenuti provenienti dalle tv di stato e da canali fortemente influenzati dal Cremlino, è stata colpita da un attacco informatico. La piattaforma, disponibile anche per gli utenti occidentali, risulta ora inaccessibile. Chi prova a collegarsi, riceve questo messaggio: “Il sito è stato attaccato. Al momento la situazione è sotto controllo. I dati dell'utente sono stati salvati. Sono in corso i lavori per ripristinare l'accesso alla piattaforma”.

Chi invece in Russia ha acceso la tv tradizionale ieri, 9 maggio, e ha consultato orari e programmi delle emittenti russe, ha visto scorrere sullo schermo un solo messaggio: "Sulle tue mani c'è il sangue di migliaia di ucraini e di bambini assassinati. Le tv e le autorità ti stanno mentendo. No alla guerra".


La modifica ha interessato sia la pagina della guida elettronica, sia le informazioni che venivano visualizzate mentre una determinata trasmissione era in corso. Il messaggio degli hacker è stato visualizzato in sovrimpressione anche durante i cartoni animati per bambini, come mostrano alcuni screenshot diffusi sui social network.

Un video su Twitter ha mostrato ciò che hanno visto i telespettatori russi. Lo ha pubblicato Francis Scarr, del team Bbc Monitoring, che dall'inizio della guerra tiene d'occhio le trasmissioni televisive in Russia per intercettare episodi di propaganda.

MTS, uno dei più gradi operatori mobili in Russia, che offre diversi servizi tra cui la tv su smartphone e via cavo, ha confermato l'attacco hacker: "Un cyber attacco è stato sferrato contro le emittenti tv russe. Gli abbonati potrebbero aver visualizzato messaggi di estremisti".


L'attacco hacker non è stato rivendicato. Operazioni di questo genere, solitamente, vengono effettuate dalla IT Army, l'armata di hacker volontari creata da Mykhailo Fedorov, il giovane ministro per la Trasformazione digitale dell'Ucraina che ritiene la cyberwar "più efficace di qualsiasi proiettile".

Non si è trattato di un attacco hacker ma ha destato comunque grande attenzione quello che è avvenuto, sempre nel giorno della grande parata, sul sito di informazione Lenta.ru che solitamente pubblica notizie pro-Putin. Due giornalisti della testata hanno modificato gli articoli del sito con frasi contro la guerra. In alcuni di questi Putin viene definito un “dittatore paranoico”, autore della “più sanguinosa guerra del 21esimo secolo”.

“Dovevamo farlo nel giorno della parata. Volevamo ricordare a tutti ciò per cui i nostri nonni hanno combattuto nel Giorno della Vittoria: per la pace" ha detto Egor Polyakov, uno dei due giornalisti.

Sul sito ora la situazione è tornata alla normalità. Ma una traccia di ciò che è avvenuto è rimasta comunque su Internet Archive, il grande database di internet, dove uno screenshot della pagina effettuato la mattina del 9 maggio mostra le notizie modificate.