In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
Cyberbullismo

Chi insulta online rischia un anno di carcere: la novità in Giappone

Chi insulta online rischia un anno di carcere: la novità in Giappone
Inasprite le pene dopo la triste storia della giovanissima wrestler Hana Kimura, che si era uccisa nel 2020. Ma non mancano le preoccupazioni per la libertà di espressione
1 minuti di lettura

Carcere per cyberbulli e professionisti dell’odio online: accade in Giappone, dove giovedì 7 luglio è entrata in vigore una legge (approvata a metà giugno) che prevede fino a un anno di prigione per gli insulti online. Chi verrà condannato per questo reato potrà anche essere multato fino a 300mila yen, poco più di 2mila euro. Le pene precedenti prevedevano il carcere per meno di un mese e una sanzione di appena 70 euro.

Si tratta di una sorta di esperimento sociale, in qualche modo: la legge dovrà essere riesaminata fra 3 anni per capire se e come abbia influenzato la libertà di espressione, punto sul quale hanno insistito gli oppositori al nuovo provvedimento. Il problema è che non si capisce bene che cosa si intenda per “insulto online”: poche settimane fa lo aveva spiegato Seiho Cho, avvocato penalista, alla CNN. Secondo quanto riporta The Verge, la legge dice che per insulto occorre intendere l’umiliazione di qualcuno senza attribuire un fatto specifico su quella persona, al contrario della diffamazione, che invece prevede l’attribuzione di una (falsa) condizione specifica: “Servono linee guida - aveva detto  l’esperto - Al momento, se qualcuno chiamasse il leader del Giappone un idiota, allora forse anche quella parola potrebbe essere classificata come un insulto". Ma per il ministro della Giustizia nipponico, Yoshihisa Furukawa, non c'è ragione di preoccuparsi delle conseguenze del nuovo provvedimento: la nuova legge farà da deterrente per un crimine, il cyberbullismo, che "dev’essere severamente affrontato".

Ma da dove nasce questo inasprimento? Da una storia molto triste, quella di Hana Kimura, una nota wrestler e personaggio televisivo (aveva partecipato al reality Terrace House, tramesso su Netflix) che si è uccisa a soli 22 anni nel 2020. Responsabile dell’istigazione al gesto, un gruppo di persone che la bersagliava in ogni modo e su ogni canale social: il leader di questo drappello di hater se la cavò appunto con una multa da 70 euro per i suoi gesti, le sue parole e le sue ingiurie alla giovanissima star. Da quel momento, la madre della ragazza, anche lei ex wrestler professionista, ha lanciato attraverso la sua no profit Remember Hana una campagna per modificare le leggi e renderle più severe nei confronti della diffamazione e delle ingiurie attraverso canali digitali, come accade in molti Paesi del mondo, fra cui il Regno Unito. Cambia anche la prescrizione per questo tipo di atteggiamenti, che passa da uno a 3 anni.