Mobilità

Lightship Energy, la startup degli ex ingegneri Tesla si concentra sul mondo dei camper

Lightship Energy, la startup degli ex ingegneri Tesla si concentra sul mondo dei camper
Dopo aver lavorato al progetto della Model 3 ora stanno per lanciare diversi veicoli per il tempo libero. Compresa una roulotte che contribuisce al movimento e non è solo un’appendice da trainare passivamente
1 minuti di lettura

Si chiama Lightship Energy ed è la startup fondata da un gruppo di transfughi della Tesla: ingegneri che hanno trovato una nicchia di mercato trascurata ma molto importante per il mondo della mobilità green. Quella dei camper.

“l nostro primo Lightship verrà lanciato la prossima primavera – spiegano all’azienda Usa - e continueremo ad espandere l’offerta dei nostri prodotti e servizi per rendere il camper accessibile a quante più persone possibili. Con la proliferazione di auto elettriche e camion è urgente infatti adattare i veicoli ricreazionali a un futuro più sostenibile”. Tutto nacque da un progetto per elettrificare i camioncini nell'area della baia di San Francisco – quelli che portavano il pranzo a tutti i dipendenti Tesla durante la pausa pranzo – e da lì si è arrivati poi ad un progetto molto più grande, complesso e potenzialmente più redditizio, quello dei camper completamente elettrici.

Il team della Lightship Energy, dopo aver lavorato per anni al progetto della Model 3, il più importante per la Tesla, quello che ha lanciato di fatto la produzione di massa, ha infatti scoperto che quello dei camper è un settore completamente ignorato dal mondo dell’elettrificazione. Da qui l’idea di un veicolo che non solo si muova con energia proveniente dalle batteria, ma anche che abbandoni i serbatoi di propano e i generatori di corrente che (secondo loro "creano una esperienza di campeggio in camper pessima, con rumore e inquinamento, spesso prodotti in posti incontaminati".

Il team di Lightship Energy per ora conta 20 persone, ma è ancora a caccia di personale perché il mercato dei camper è enorme: nel 2021 in Nord America sono stati venduti 600.240 veicoli ricreazionali rispetto alle 430.412 unità dell'anno prima, secondo i dati di Thor Industries, il colosso dei camper che possiede i marchi Airstream, CrossRoads, Cruiser RV, Dutchmen, Jayco, Keystone, Tiffin ed Erwin Hymer Group. E le previsioni di crescita – in epoca Covid – sono importanti, di almeno il 20% l’anno.

Oltre al classico Camper il team sta anche progettando una rouolotte, ma molto particolare: ha un motore elettrico e “concorre” al movimento, insomma non solo un classico rimorchio passivo.