In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
Videogiochi

Lego Brawls, la prova del simulatore di rissa (con i mattoncini)

Lego Brawls, la prova del simulatore di rissa (con i mattoncini)
Divertentissimo in compagnia e perfetto per famiglie numerose o per partite con tanti amici, in solitaria può stancare rapidamente. Ma la parte della personalizzazione degli avatar è pressoché infinita
2 minuti di lettura

Disponibile dall’inizio di settembre per Nintendo Switch, PlayStation 4 e 5, Xbox One, S ed X (la versione oggetto di questa prova), Steam e GeForce NOW, Lego Brawls segue le orme dello storico Smash Bros ed è una sorta di simulatore di rissa, in cui sino a 8 giocatori possono sfidarsi e combattere fra loro in arene di ambientazione diversa.

Sviluppato da Bandai Namco, questo Brawls ha dalla sua il vantaggio di fare parte della famiglia Lego: non solo gli scenari dove si combatte sono ispirati ad alcuni temi molto amati dai fan dei mattoncini (come Space, Castle, Jurassic World, Ninjago e Monkie Kid), ma anche gli omini che si utilizzano possono essere personalizzati praticamente all’infinito, attingendo a una sconfinata libreria di facce, capelli, torsi, gambe, copricapi e utensili. Secondo Lego, ci sarebbero “più di 77 trilioni di possibilità” di configurazione: impossibile verificarlo, ma è indubbio che questo aggiunga tantissima varietà al gioco. Anche se fra le arene si sente la mancanza di quelle ispirate a Star Wars, al Signore degli Anelli, ad Harry Potter e ai fumetti Marvel e DC, probabilmente assenti a casa di questioni legate ai diritti di sfruttamento.

Come si gioca a Lego Brawls

Sin da subito (dopo un brevissimo tutorial), si capisce che le modalità di gioco sono sostanzialmente due: Rissa e Festa. Con la prima si entra subito in battaglia, contro avversari artificiali oppure umani, se si ha un abbonamento per giocare online: si sceglie l’arena e s’inizia la rissa. La seconda porta a fare lo stesso, ma prima organizzando le due squadre (da 4 componenti ciascuna) che si affronteranno.

Apprezzabile il fatto che ci sia il supporto per la funzione cross-platform, così che ci si possa sfidare online anche se si gioca su piattaforme diverse; quanto al multiplayer in locale (stessa console, tanti controller), si può giocare anche in 8 su Xbox e Switch oppure sino a 4 persone su PlayStation.

Le sfide sono quelle classiche di questo tipo di giochi: ci sono vari tipi di deathmatch; c’è una sorta di Capture the Flag in cui si deve stare in un preciso punto della mappa e difenderlo dagli avversari (abbattendoli, s’intende); c’è il Collect Mode, in cui si vince raccogliendo un certo numero di oggetti (senza farseli poi rubare); e ci sono le modalità tutti contro tutti, in cui vince l’ultimo a restare vivo.

Che cosa ci è piaciuto e che cosa no

Lo diciamo subito: Lego Brawls è divertente, e in tanti è anche molto divertente. Ed è ben fatto, curato graficamente e ricco di dettagli gradevoli. Soprattutto se si hanno bambini con cui giocare (o anche adulti particolarmente scatenati), gli scontri difficilmente annoieranno, anche grazie ai vari superpoteri dei personaggi, molto spettacoli da vedere.

Poi c’è tutta la parte della personalizzazione, in grado di regalare tanti momenti esilaranti, come quando si decide di usare un cavaliere medievale equipaggiato con spada laser e con la faccia da luchador. Oppure un’astronauta con cappello da cowboy e forcone. O chissà che altro.

Di contro, le arene ci sono sembrate poche e poco varie: per questo, e soprattutto se si è da soli, alla lunga il gioco può annoiare, anche perché dopo alcune ore si è già visto praticamente tutto e ci si ritrova intrappolati in un button-mashing un po’ fine a se stesso. C’è da sperare che prossimi aggiornamenti regalino qualche contenuto aggiuntivo, magari qualche ambientazione in più e (perché no?) anche una modalità in singolo che preveda una trama minima e metta insieme i vari combattimenti secondo un qualche filo logico.

@capoema