In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
Intervista

Liscia (Netcomm): "La Amazon tax? Una cosa folle. Colpisce i piccoli, non Amazon"

Liscia (Netcomm): "La Amazon tax? Una cosa folle. Colpisce i piccoli, non Amazon"
(ansa)
Intervista a Roberto Liscia, presidente di Netcomm, il consorzio del commercio elettronico italiano: "Le piattaforme aiutano il commercio, non esiste solo Amazon"
2 minuti di lettura

“La Amazon Tax? Una cosa folle”. Roberto Liscia, presidente di Netcomm, non ha alcuna difficoltà a definire la misura che oggi approderà in Consiglio dei ministri. Allo studio del governo c’è l’ipotesi di una tassa per colpire le società di distribuzione e consegna a domicilio che usano mezzi inquinanti. L’ultimo miglio degli ecommerce. E per Liscia, presidente del consorzio del commercio digitale italiano, è un passo indietro. E una dimostrazione di miopia, perché così il governo dimostra di "non aver capito l’economia delle piattaforme e quanto stia facendo bene ai piccoli esercenti italiani”.

Roberto Liscia, presidente Netcomm
Roberto Liscia, presidente Netcomm 

Liscia, cosa c’è che non la convince della Amazon tax?

“Ci sono tante cose che non vanno. Una su tutte: non è corretto mettere a confronto le consegne dell'ecommerce con le consegne fatte dai negozi. Ci sono studi autorevoli del Politecnico di Milano e di diverse università tedesche che raccontano come questi servizi sono in media il 20% meno inquinanti degli acquisti tradizionali”.

 

La Amazon tax è una tassa contro Amazon?

“No perché non colpisce Amazon, ma i corrieri. Un settore già in grossa difficoltà a causa dell’aumento dei costi dell’energia. Si colpiscono non le grandi piattaforme, ma i piccoli che consegnano a domicilio. E si colpisce la vendita online, che termina con le consegne a domicilio”.

 

Dovrebbe aiutare Davide (il piccolo esercente) a difendersi da Golia (la grande piattaforma).

“Il commercio elettronico non è più un elemento di conflitto tra i grandi e i piccoli. I due mondi convivono da tempo. È un sistema che crea occupazione, e occupazione qualificata. E l’intero finora stava crescendo. Inoltre siamo un paese esportatori, molti rivenditori vendono all’estero tramite Amazon. Con questa misura si colpisce chi cresce e chi esporta”.

 

Per il governo è anche una tassa verde. A difesa dell’ambiente. 

“La tassa come ho spiegato colpisce anche i piccoli esercenti che fanno consegne a domicilio. E poi, una tassa sui prodotti inquinanti c’è già. Nelle grandi città c’è la ZTL. Così si aggiunge un’altra tassa per il settore. Inoltre, come si fa a distinguere se un operatore dentro il suo furgone ha delle consegne per i negozi o per un utente a domicilio? La verità è che l’ecommerce è già verde di suo. Il digitale, l’uso dei dati abbatte le emissioni inquinanti. Nell'ecommerce si generano molti dati la cui interpretazione e il cui uso pemettere di rendere più efficienti i processi di supplychain e di delivery, consentendo la riduzione dell'impatto ambientale. Cosa non consentita dagli ambienti dove non c'è la disponibilità dei dati”.

 

Mi scusi, perché chiamarla Amazon tax allora?

“Non so, ma sembra una scelta ideologica. Oggi il 65% delle vendite su Amazon è fatto da piccoli commercianti. Oggi è una sorta di operatore telefonico che mette in contatto domanda e offerta. E ha portato oltre 20 mila le imprese che vendono attraverso Amazon. Le piattaforme digitali sono diventate un bene essenziale per l’economia. Sono il presente e il futuro del commercio. Quindi vanno sviluppate, non combattute”.

 

Oggi in Cdm si dovrebbe discutere anche di una possibile riforma della digital tax, oggi al 3%.

“Una discussione inutile. Sulla digital tax ci sarà una legge europea che supererà quelle nazionali”.