In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
Intelligenza artificiale

Sundar Pichai e l'assenza di Bard dalla Ue: "Ci saremo presto, ma vogliamo rispettare tutte le regole"

Sundar Pichai e l'assenza di Bard dalla Ue: "Ci saremo presto, ma vogliamo rispettare tutte le regole"
Abbiamo incontrato il numero uno di Google e gli abbiamo chiesto spiegazioni sull’assenza dell’IA generativa dai Paesi dell’Unione: ci ha risposto che "questa non è una corsa a chi arriva primo”
2 minuti di lettura

Bard, una delle IA generative di Google, sarà accessibile in 180 Paesi del mondo ma in nessun Paese dell’Unione europea: la notizia è emersa fra la righe delle tantissime presentazioni e annunci della conferenza I/O 2023 e non ha mancato di suscitare perplessità, pure sui siti americani.

Perché Google ha deciso di fare una cosa del genere? Perché tagliare fuori un mercato grande e importante come quello dell’Ue? Ci sono varie ipotesi e c’è una risposta ufficiale dell’azienda, e quindi iniziamo da lì per provare a capire come stanno le cose.

Perché Bard manca dall’Ue: le ipotesi

Le possibili ragioni di questa assenza sono soprattutto tre:

  • è possibile che sia successo per quello che è successo in Italia con OpenAI e ChatGPT, bloccata per un mese dal garante della Privacy e tornata online solo dopo avere corretto le regole sul trattamento dei dati degli utenti;

  • Google potrebbe temere i paletti imposti dal Gdpr europeo (e non essere sicura di rispettare tutte le regole) e soprattutto temere il prossimo AI Act, che dovrebbe entrare in vigore nel 2024;

  • i Paesi dell’Ue raggruppano circa 450 milioni di persone, più degli abitanti degli Usa, che potrebbero essere una mole di clienti troppo ampia da soddisfare per Bard, almeno per il momento.

Perché Bard manca dall’Ue: la risposta ufficiale

Abbiamo scritto “almeno per il momento” perché Google sembra in realtà intenzionata ad arrivare in Europa con Bard, prima o poi. L’azienda lo ha in qualche modo confermato sul palco della I/O 2023, dicendo che con Bard “presto saremo in grado di supportare le 40 lingue più diffuse al mondo” (sì, l’italiano è fra queste) e dando questa risposta ufficiale ai dubbi sollevati sull’attuale assenza dai Paesi Ue: “Non abbiamo finalizzato la tempistica per questo allargamento” ma “procederemo gradualmente e in modo responsabile e continueremo a lavorare con le autorità mentre conosciamo insieme queste nuove tecnologie”.

Pichai: “Quella alle IA non è una corsa a chi arriva primo”

Questa è più o meno anche la risposta che ci ha dato Sundar Pichai, attuale CEO di Google e di Alphabet, quando abbiamo avuto occasione di incontrarlo proprio durante la I/O 2023. E però con qualche aggiunta interessante.

Gli abbiamo fatto notare l’assenza di qualsiasi Paese Ue dai 180 in cui Bard è disponibile, sottolineando che difficilmente può essere un problema di barriere linguistiche e che è improbabile che sia un caso: “È evidentemente una scelta, ma perché è stata fatta questa scelta? - gli abbiamo chiesto senza tanti giri di parole - Non è che avete paura delle regole europee e che vi succeda qualcosa di simile a quanto successo a OpenAI?”.

Prima di risponderci, e già mentre ascoltava la domanda, ci ha sorriso: evidentemente si aspettava una richiesta simile. E poi ci ha detto che “la questione è duplice: vogliamo tradurre Bard nelle varie lingue e vogliamo farlo per bene, che è una cosa più difficile di quello che sembra, soprattutto per cogliere le sfumature giuste nelle parole e nelle espressioni, per evitare che le risposte diano informazioni sbagliate o fuorvianti”. È un po’ anche per questo che dopo l’inglese “siamo passati a giapponese e coreano, perché sono lingue complesse e difficili: se ce l’abbiamo fatta con loro, possiamo farcela ovunque”.

E poi “c’è effettivamente il problema delle regole, che in alcuni Paesi sono più complicate che in altri”. Nonostante questo, “Bard arriverà in Ue, perché è fra le aree più importanti del mondo e perché vogliamo assolutamente esserci - ha aggiunto Pichai - Ma vogliamo esserci rispettando tutte le regole con i nostri prodotti, le rispetteremo e li stiamo sviluppando proprio perché le rispettino”.

In generale, secondo il numero uno di Google, “l’intelligenza artificiale è una tecnologia che tocca l’umanità da tanti punti di vista”, dunque “è importante farla bene e rispettando le regole” e “noi riusciremo a farla bene e la faremo correttamente”. Il punto, ci è parso di capire, è che “noi questa non la vediamo come una corsa: non vince chi arriva primo, vince chi fa la cosa giusta”. Che è anche un’ottima risposta ai tanti che dicono che Big G sarebbe in ritardo in questo campo.

@capoema