Lo sport ama gli Nft: tokenizzata anche la maglia rosa del Giro d’Italia

Lo sport ama gli Nft: tokenizzata anche la maglia rosa del Giro d’Italia
2 minuti di lettura

Ormai è innegabile che tutti stiano entrando nel mondo degli Nft. Da McDonald’s a Gucci, passando per Adidas e anche musicisti e personaggi dello spettacolo, ormai si parla di non fungible token e metaversi anche in TV. Per questo non deve stupire che anche la mitica maglia rosa del Giro d’Italia è ora stata tokenizzata da ItaliaNft, un nuovo marketplace italiano di Non-Fungible Token del Made in Italy. L’Nft è stato creato da una partnership tra ItaliaNft e Rcs Sport con l'obiettivo di creare delle iniziative legate allo sport e alla tecnologia.

Infatti, non solo la musica o il settore del food, ma anche il mondo dello sport ha fatto capolino pian piano negli NFT e soprattutto nei metaversi.

 

Cosa sono gli Nft e i metaversi?

Sulla bocca ormai di grandi e piccini, Nft e metaversi a volte purtroppo assumono il ruolo di vere e proprie buzzword, usate un po’ a caso e un po’ per speculazione o mero marketing. Spesso si pensa che siano tecnologie nate solo nel 2021, quando se ne è iniziato a parlare su grande scala, ma in realtà affondano le proprie radici ben prima. Nel 2017 potremmo datare la nascita degli Nft almeno come nome, visto che i primi esperimenti simili, ma ancora non definiti sotto questo anagramma, risalgono anche al 2014. I Non Fungible Token non sono altro che file digitali la cui autenticità e unicità è garantita dalla blockchain, ovvero l’archivio alla base di tutte le transazioni che avvengono in criptovalute come Bitcoin, Ethereum e via dicendo. Il funzionamento è semplice: un oggetto digitale garantito dalla blockchain ha un valore in quanto file numerato e con un suo intrinseco certificato di autenticità.

Anche i metaversi risalgono a ben prima del 2021, con i primi casi datano anche 2015. Ad ogni modo, per semplificare, i metaversi sono delle piattaforme in cui gli utenti possono interagire tra di loro usando degli avatar e in cui gli oggetti spesso e volentieri sono proprio degli Nft.

 

Lo sport nel mondo del Web 3

Nel settore del Web 3 sono molte le aziende che hanno lanciato i propri progetti in ambito sportivo. Ad esempio, una delle più conosciute è la francese Sorare, una sorta di fantacalcio su blockchain in cui l’utente compone le proprie squadre e gioca con delle carte in forma di Nft.

Ma senza parlare di intere aziende, molte sono anche le singole iniziative come quella del Giro d’Italia e la tokenizzazione della maglia rosa. Ad esempio esistono anche i fan token, ovvero delle criptovalute che permettono ai tifosi di votare e compiere delle scelte per le proprie squadre del cuore, come per decidere il colore della maglia per le trasferte o le canzoni per i goal. Ad ogni modo, sembra che sport e criptovalute vadano sempre più d’accordo, forse anche perché i target sono spesso simili, e queste iniziative sono un valido modo per far avvicinare chiunque al mondo della blockchain.

 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito