In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

«Sesso&giovani, manca un linea guida ideale»

Il sociologo Cosimo Marco Scarcelli firma il libro-indagine “Intimità digitali” «Su certi temi caldi i ragazzi cercano interlocutori che spesso non trovano»

2 minuti di lettura

di Gian Paolo Polesini

Lo scavo, stavolta, è determinato e scende laddove spesso la pala non osa. Di gioventù se ne parla poco (e male) e quando emerge un pretesto per sviscerare i contenuti, solitamente parte una selva di dita puntate contro la generazione violenta. Raro leggere o ascoltare analisi costruttive, più facile è condannare dopo il fatto. Uno . pronto per la cronaca cannibale, fra l’altro, lo si trova sempre. E con le accuse il mondo non migliora.

Il sociologo Cosimo Marco Scarcelli ha soltanto spostato il punto di vista usuale, scegliendo lo sguardo preventivo. Un’indagine «con i ragazzi, non sui ragazzi», spiega. Tutto, e per tutto s’intende anni di studio, è scivolato dentro un libro Intimità digitale - Adolescenti, amore e sessualità ai tempi di internet (FrancoAngeli editore), finito sui banchi di Vicino/Lontano.

«La tendenza globale è demonizzare ciò che si ritiene male. Non è detto, poi, lo sia. Magari sono vecchi tabù resistenti al cambio delle atmosfere. Invece di approfondire e di risolvere si sceglie la via più comoda, ovvero il silenzio. E i teenager che fanno? Non avendo interlocutori si lanciano su internet alla ricerca di risposte. Il mio progetto, non facile da innescare per alcune resistenze di certe scuole e di certi genitori, prevedeva libere chiacchierate con gli studenti dai sedici ai diciotto anni giusto per misurare la temperatura corporea della situazione».

Il punto è generare un «vocabolario appropriato» affinché l’adolescente non sia preda di voci svianti o di incertezze. Ebbene sì, ignoravamo un aspetto: nelle aule di sesso si tratta sporadicamente. Eravamo certi che nel 2015 l’argomento fosse affrontato con la stessa leggerezza di una battaglia di Zama qualunque. «Dipende dai professori e soprattutto dai presidi se mettere a registro la lezioncina sessuale. E quando ciò avviene, a sentire gli studenti, la freddezza della biologia cerca di coprire gli eventuali rossori».

Il non parlarne acuisce il desiderio di soluzioni alternative. Magari in famiglia. Scarcelli scuote la testa.

«Molti genitori conservano su pelle il concetto di peccato, raccolto nelle loro gioventù quando non si poteva dire e non si poteva fare. E, per questo, sperano che i propri figli raccolgano informazioni altrove. Dalla scuola, appunto. Vede, è un palleggio inutile e dannoso. E chi ci rimette? Ecco».

Internet è un catino immenso dove pescare la qualunque. La preoccupazione degli educatori è la trappola subdola. «Certo - spiega il professore - anche camminare per strada non è poi così sicuro. La gioventù 2.0 è piuttosto sveglia e sa distinguere il pericolo. Mamma e papà vigilano. Dev’essere, però, un’occhiata equa e scoccata con la giusta distanza, altrimenti s’innesca la vendetta. “Tu mi impedisci di accendere il computer? Bene, vado dal mio amico e sto tutto il giorno lì davanti”. E perché, invece, non accompagnarli in questo viaggio?».

Adolescenti, web, sesso. Un tris bollente. Siamo in Italia, non in Svezia. La morale, una certa morale è un retaggio di tempi superati, è in atto un confronto nuovo, accettiamolo. Negli anni Venti si ballava il charlerston, oggi il paso doble dalla Carlucci.

Insomma, chiudendo il libro, peraltro ricchissimo di dati e di pensieri, resta una mancanza: «Gli interlocutori affidabili latitano, questo vien fuori dalle confessioni. E il gruppo vive un po’ allo sbando. Nel terzo millennio è un controsenso».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori