In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Il cibo nell’antichità sulla tavola degli studiosi

Sull’onda del salone meneghino incontri sull’alimentazione nell’età romana con 42 studiosi. Ci sarà anche un banchetto

2 minuti di lettura

AQUILEIA. L’alimentazione nel mondo antico, una finestra sul passato ai tempi dell’Expo. Aquileia dedica la qurantaseiesima Settimana di studi aquileiesi che s’inizierà oggi e si concluderà sabato, al tema dell’alimentazione, da sempre cruciale nella storia dell’uomo. Alla fine di giugno, inoltre, il cibo, che ha caratterizzato stili di vita, suscitato riflessioni letterarie, condizionato scelte e incoraggiato confronti e scambi culturali, sarà protagonista di una mostra organizzata dal Comune di Aquileia a palazzo Meizlik, nel cuore del centro storico. La città romana ha deciso di approfondire questa tematica, ricca di spunti di discussione. Da oggi e fino a sabato, nella sala del consiglio comunale, si parlerà di “Alimentazione nell’Antichità”. L’iniziativa scientifica è organizzata dal Centro di Antichità Altoadriatiche (associazione culturale fondata, alla fine degli ’60, da Mario Mirabella Roberti e da quindici anni guidata da Giuseppe Cuscito, già ordinario di archeologia cristiana e profondo conoscitore della realtà aquileiese), in collaborazione con la Fondazione Aquileia, il dipartimento di studi umanistici dell’Università degli Studi di Trieste e la Scuola Interateneo di Specializzazione in Beni Archeologici delle Università di Trieste, Udine e Venezia Ca’ Foscari. «L’argomento dell’incontro scelto quest’anno – spiegano gli organizzatori - riprende e approfondisce alcune tematiche già affrontate durante la “Settimana di Studi 2012”, dedicata alle modificazioni del paesaggio. Ben si inquadra nel contesto dei numerosi eventi dedicati al cibo sull’onda di Expo 2015. Durante la tre giorni scientifica, si parlerà del cibo nell’arte (attraverso l’analisi dei dati offerti dalla pittura, dalla scultura, e dal mosaico), del cibo nella Bibbia e nella letteratura latina e cristiana, dei gusti alimentari e delle tecniche di preparazione dei cibi (desumibili da ceramiche, anfore e altre classi di materiali e dalle tipologie delle cucine), dei dati sulle produzioni, sulle importazioni e sulle esportazioni alimentari ricavabili dalle fonti archeologiche e archeometriche». L’orizzonte cronologico, coperto dalle ventisei relazioni (con quarantadue relatori provenienti da atenei e istituti di ricerca italiani, francesi, sloveni e croati), parte dalla preistoria per arrivare all’Alto Medioevo. Un vero e proprio viaggio nel tempo. L’ambito geografico, centrato ovviamente su Aquileia, interessa l’area compresa tra le Alpi, la Cisalpina e l’Istria. Durante il convegno saranno organizzate anche due visite guidate al Museo Archeologico Nazionale e alla Basilica. Il sindaco di Aquileia, Gabriele Spanghero, definisce la tre giorni scientifica una vetrina importante. «Ringrazio il Centro di Antichità Altoadriatiche e il professor Cuscito – commenta il primo cittadino, che aprirà i lavori - per la costanza e l’impegno nell’organizzazione di quello che è diventato un appuntamento tradizionale per il nostro territorio. Quest’anno è l’anno dell’Expo e, non a caso, parleremo di alimentazione nell’antichità. Il Comune di Aquileia, inoltre, riprenderà il tema in una mostra che organizzeremo, nell’ambito di “Aria di Fvg”, l’ultima settimana di giugno, a palazzo Meizlik. La cultura deve essere conoscenza ma deve diventare anche un efficace mezzo di promozione del nostro territorio».

Tra le iniziative collaterali, domani, all’hotel Patriarchi di via Julia Augusta 12, sarà organizzato un pranzo romano (per informazioni 0431919596 oppure visitare il sito internet www.hotelpatriarchi.it).

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori