In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Corse dai mus: la storia si ripete a Fagagna

È di nuovo tempo di corsa degli asini a Fagagna. Cominciano giovedì, infatti, le iniziative e la festa che porteranno al momento clou di un evento che risale al 1891

2 minuti di lettura

È di nuovo tempo di corsa degli asini a Fagagna. Cominciano le iniziative e la festa che porteranno al momento clou di un evento che risale al 1891. La prima edizione della “Corse dai mus” si inserì nel contesto di una sagra ricca di manifestazioni (mostre agricole, attività didattiche e saggi scolastici), in una Fagagna che, diversamente da oggi, aveva come essenziale risorsa la terra di pochi, lavorata da molti.

L’economia era ancora di tipo feudale, quindi c’erano grossi proprietari terrieri, coloni e braccianti agricoli. La sagra settembrina costituiva un’occasione unica di incontro, di divertimento e di conoscenza di ciò che accadeva nel resto del mondo. Sul finire dell’‘800 a Fagagna, i cavalli quasi non esistevano mentre erano molto diffusi gli asini. Erano loro, infatti, protagonisti della vita quotidiana del lavoro nei campi e per far girare le macine del mulino.

Nacque, così, la voglia di renderli le star di un evento che in altri luoghi era destinato ai più “nobili” cavalli. Il primo appuntamento nella corte del Municipio è per giovedì, con la cena dei borghi, e quindi domani in piazza Unità d’Italia con la prima “Stafete dai Mus” - prova del Challenge staffette delle Aquile friulane.

Per tutto il week end resteranno aperti stand e cucine per offrire accoglienza a quanti vorranno recarsi a Fagagna, mentre per domenica alle 16.30 è attesa la corsa. Alle 15.30 il pubblico potrà godere del concerto del complesso bandistico di Fagagna e delle coreografie delle sue Majorettes, mentre le autorità si raduneranno poco distante dalla piazza Unità d’Italia per raggiungere in corteo l’anfiteatro della corsa.

Quando tutti avranno preso posto, avrà inizio la 125esima gara. I protagonisti, quindi, saranno gli asini con i loro fantini e i carretti. La gara si svolge ogni anno con il metodo delle batterie ed eventuali qualificazioni e quindi la finale, disputata dai cinque asini migliori; al tutto sovrintende una giuria, che assume notevole importanza per il regolare svolgimento attorno alla figura storica del mossiere.

E come in ogni gara che si rispetti ci saranno risate, incitamenti, e anche qualche polemica. Ma i festeggiamenti settembrini fagagnesi non si esauriranno con la premiazione degli asini più veloci, perché la festa proseguirà anche nel week end successivo, con il culmine domenica 13 con il Palio dei Borghi.

Protagonisti questa volta saranno i quattro borghi di Fagagna, Centro, Paludo , Pic e Riolo, che nella stessa piazza della corsa presenteranno quattro avvincenti spettacoli ideati, scritti, realizzati dai borghigiani nell’arco dell’anno, con musiche, dialoghi, scenografie e costumi homemade, che vengono giudicati da una giuria che decreta il miglior spettacolo.

Alla gara, si affianca una corsa a quattro asini, appartenenti a ogni contrada, che nell’arena difendono i propri colori per aggiudicarsi lo storico vessillo del Palio dei Borghi. Anche durante il prossimo fine settimana si svolgeranno eventi di intrattenimento, come la “Moda sotto le Stelle” di sabato 12 alle 20.45 in piazza Marconi, e saranno aperte cucine e chioschi.

I commenti dei lettori