Gli studenti del Tartini e il fascino di Lyda Borelli

PORDENONE Evento oggi alle “Giornate del Cinema Muto” di Pordenone: debutta la colonna sonora inedita messa a punto per il film “La Memoria dell’altro” (1913) - una delle prime pellicole “borghesi”...

PORDENONE

Evento oggi alle “Giornate del Cinema Muto” di Pordenone: debutta la colonna sonora inedita messa a punto per il film “La Memoria dell’altro” (1913) - una delle prime pellicole “borghesi” affidata alla regia di Alberto Degli Abbati e interpretata dall’affascinante diva del muto, Lyda Borelli, affiancata da Mario Bonnard - che sarà proiettato alle 16.30 al teatro Verdi.


La partitura musicale è firmata dai migliori studenti della Scuola di Composizione e Jazz del Conservatorio Tartini, un progetto messo a punto “in una rinnovata ottica di progettazione multi-artistica, sia dal punto di vista formativo che sul piano della produzione”, ha spiegato il direttore Roberto Turrin. Dirige l’esecuzione Biagio Micciulla.

L’ispirazione segue l’atmosfera espressionista che pervade l’intera pellicola e il senso di decadentismo che prelude ai tragici fatti della prima guerra mondiale.

Composta dagli studenti Davide Coppola, Silvio Bartoli, Lorenzo Visintin e Riccardo Pitacco per la supervisione del docente Matteo Alfonso, la partitura verrà eseguita dall’ “Ensemble del Conservatorio di musica “G.Tartini” diretto dallo studente della Scuola di Direzione d’Orchestra del Tartini Biagio Micciulla. —

Video del giorno

Hawaii, l'incontro inaspettato è da brividi: fotografo si imbatte in uno squalo bianco mentre nuota

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi